Bollette: da luglio nuovi aumenti per l'elettricità, cala il costo del gas

Da luglio sono previsti rincari sulla bolletta della luce, in arrivo un aumento delle tariffe dell'energia elettrica pari al 2.8%. L'Autorità per l'energia ha comunicato le nuove tariffe.

Entrambe le variazioni - spiega l'Aeegsi in una nota - sono principalmente legate all'atteso andamento dei prezzi nei mercati all'ingrosso nel prossimo trimestre, influenzati dalla stagionalità del periodo.

Nel dettaglio il documento dell'Autorità parla di aumenti dei prezzi dell'elettricità "derivanti dagli attesi alti consumi collegati alla stagionalità del caldo periodo estivo, già manifestatisi nel mese di giugno particolarmente torrido e con scarsa idraulicità cumulata dal passato inverno"; si parla tuttavia anche di recupero dei rialzi dei prezzi all'ingrosso verificatisi a inizio anno, "innescati dalle emergenze sui collegati mercati europei, specie quello francese per l'inatteso fermo di numerose centrali nucleari transalpine".

Nello specifico, per la bolletta dell'elettricità la spesa, al lordo delle tasse per una famiglia media, conteggiando il periodo tra il primo ottobre 2016 e il 30 settembre 2017, sarà di 512,52 euro, pari ad un aumento di circa 9 euro l'anno. Si arriva così al complessivo -2,9% per la spesa del cliente tipo.

Il Codacons non si attarda nel far sentire la propria voce a difesa dei consumatori, che riceveranno una ulteriore batosta economica proprio nel momento in cui i consumi avranno una naturale impennata dovuta all'utilizzo di condizionatori e altri apparecchi elettrici, per far fronte alle elevate temperature estive. L'associazione di difesa dei consumatori valuterà anche eventuali azioni legali per contrastare il rincaro dell'energia elettrica. "In pratica nessuno potrà usufruire della riduzione del prezzo del gas, mentre sui bilanci delle famiglie peserà solo l'aumento dell'elettricità" prosegue Vignola.

C'è da precisare, comunque, che i prezzi non possono aumentare indiscriminatamente in quanto ancora fino al 2019 vige il Servizio di Maggior Tutela, e, di conseguenza, l'autorità può mitigare l'incremento a favore di quegli utenti che non sono ancora passati al mercato libero.


Popolare

COLLEGARE