Omofobia, Mattarella: "Viola dignità e libertà affettiva"

Se è vero che la Giornata attuale si tiene per ricordare una data storica - il 17 maggio 1990, quando l'Organizzazione mondiale della sanità depennò l'omosessualità dalla lista delle malattie mentali - è tristemente noto dover constatare che di omofobia si muore ancora.

Il 17 maggio di ogni anno si celebra la Giornata internazionale contro l'omofobia, la bifobia e la transfobia. Con appelli e manifestazioni che si moltiplicano a livello nazionale ed internazionale.

L'intolleranza resta però ancora troppo diffusa, come ricorda la Presidente della Camera dei Deputati, Laura Boldrini. Che dire poi di quello che succede nel resto del mondo? Tuttavia, non si evade mai del tutto e di questa omofobia l'autore ne denuncia ogni lato, inserendola in un contesto che la spiega. Non aggiungo altro, perché in questa lettera e nelle loro immagini ci sono molti di quei messaggi che arrivano diretti e squarciano il velo dell'indifferenza. Il ministero ha anche inviato alle scuole una circolare per invitarle a effettuare un approfondimento sui temi legati alla lotta a tutte le discriminazioni in coerenza con quanto sancito dalla Costituzione. A tal proposito è stata rinnovata la piattaforma www.noisiamopari.it con cui è possibile inviare e condividere le iniziative realizzate dalle varie istituzioni scolastiche che possono essere divulgate in qualità di buone pratiche.

"Il rispetto e la dignità spettano a tutte le persone al di là dell'orientamento sessuale e dell'identità di genere - afferma l'assessore alle Pari opportunità Sara Funaro - e non sono accettabili le violenze, le torture e la negazione dei diritti umani come è avvenuto nell'aprile scorso nella cittadina russa di Argun nella Repubblica Cecena, dove è stata scoperta una prigione segreta dove alcuni omosessuali sono stati detenuti illegalmente e sistematicamente torturati". Non si tratta quindi di un censimento esaustivo del fenomeno, semmai di una fotografia che all'interno del fenomeno complessivo dell'omotransfobia permette di distinguere i contesti e le forme in cui si verifica. Questi due termini indicano la discriminazione che le persone, sia omosessuali che trasgender (ma anche bisessuali) soffrono a causa di una fobia, ossia una paura immotivata della quale sono vittime in più sensi.

In Italia la legge contro l'omofobia giace in Commissione Giustizia dal 2013.

Il 17 maggio in ben centotrenta Paesi viene celebrata la giornata contro l'omofobia. L'appuntamento Se non vuoi perdere l'appuntamento, appena terminata la nostra videochat rimani sul nostro profilo Facebook per seguire l'intervista al Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.


Popolare

COLLEGARE