Napoli, De Laurentiis annuncia: "Rinnovo Mertens vicino"

De Laurentiis è dunque fiducioso sul rinnovo imminente del belga e usa parole al miele verso il tecnico: "Sarri ha un contratto pluriennale che prevede, volendo, una clausola rescissoria molto alta alla fine della prossima stagione - ribadisce il presidente azzurro -".

La società lavora su più fronti, Skorupski è quello che meglio si coincilia con Reina perché accetterebbe un anno dietro lo spagnolo.

"Credo tantissimo nel secondo posto". "Sto aspettando che si dia corso, sperando che non ci vogliano tempi lunghi - rivela De Laurentiis -, alla bonifica di Bagnoli per poter fare lì la casa del Napoli con dodici campi di calcio, un albergo e all'interno lo stadio nuovo, il tutto delimitato da un bel muraglione alto dodici metri". Con Sarri, che è stata una mia scelta e di cui vado fiero. Il mister potrebbe fare lo stesso tipo di carriera che ha fatto Ferguson con il Manchester United.

"Rinnovo Mertens? De Laurentiis sta pensando di annunciarlo prima della gara contro la Fiorentina. Finchè a Napoli ci sarà una continuità imprenditoriale non devono preoccuparsi". Se dovesse, invece, esserci un cambiamento o qualcosa di imprevisto o imprevedibile, si dovranno preoccupare. L'anno scorso non avrebbero mai immaginato che andato via Higuain, Milik avrebbe segnato sette gol nelle primissime partite. "Noi dobbiamo pensare a un contesto di rosa, l'importante non è il singolo". "Sarri ad oggi è un direttore d'orchestra insostituibile". Il presidente del club partenopeo, in un'intervista rilasciata al Corriere dello Sport, tocca i temi caldi legati alla permanenza di due pedine fondamentali: "Con Mertens ci siamo". Questo vale per tutte le complementarità che si possono fatturare: più si aumenta il fatturato, più si è competitivi a livello nazionale ed europeo, dove Spagna, Germania e Inghilterra fanno i padroni da anni.


Popolare

COLLEGARE