Trump, 'Assad un animale, Putin sostiene il diavolo'

Ieri, l'ennesimo tweet di Trump ha sbaragliato tutte le analisi: "Ho spiegato al presidente cinese che un accordo commerciale con gli USA sarebbe di gran lunga più favorevole per loro, se risolveranno il problema della Corea del Nord". Lo ha detto il presidente russo Vladimir Putin al Cremlino, dopo l'incontro con Sergio Mattarella, primo presidente giunto dall'Ovest dopo l'attacco e la successiva crisi internazionale. "Possiamo dire che il livello di fiducia soprattutto sul piano militare, non è migliorato". Come riporta l'agenzia di stampa, il livello di fiducia negli Usa da parte russa con la presidenza Trump "non è migliorato, anzi, piuttosto è peggiorato" per Putin intervistato al canale tv Mir nel giorno in cui a Mosca si trova il segretario di Stato americano Rex Tillerson.

Pesante botta e riposta a distanza tra i leader di Usa e Russia proprio a poche ore dall'importante incontro a Mosca tra il segretario di Stato Usa, Rex Tillerson, e il ministro degli esteri russo, Sergey Lavrov, per parlare di Siria dopo l'escalation militare nell'area. Per lui, l'attacco dello scorso 4 aprile a Khan Sheikhun, dove sono morte 87 persone, tra cui tanti bambini, indebolisce Putin.

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha invece definito il presidente siriano Bashar al-Assad "un animale", durante un'intervista a Fox Business Network. Rapporti ormai al limite tra Trump e Putin e anche tra Trump e Kim Jong-un.

La Corea del Nord saputa delle decisione di Trump ha risposto di essere pronta a rispondere a ogni attacco degli Stati Uniti, aggiungendo di monitorare da vicino tutti i movimenti che i nemici starebbero facendo. La flotta è guidata dalla portaerei Uss Carl Vinson ed è composta da cacciatorpedinieri Aegis e altre unità. Xi Jinping ha telefonato infatti a Donald Trump per sollecitare una soluzione "pacifica" con Pyongyang.

Venti di guerra spirano sul sempre più problematico continente asiatico, con la minaccia di un nuovo grande conflitto che preoccupa il mondo intero.


Popolare

COLLEGARE