Sarri, mai vista Juve così in difficoltà

È il commento di Maurizio Sarri, ai microfoni di Mediaset premium, dopo il pareggio fra Napoli e Juve.

GIOIA E RABBIA. E allora, le quattro giornate di Napoli. Come riportato da Il Corriere della Sera, Higuain ha tenuto comunque a salutare tutti: dapprima Sarri, il tecnico con il quale ha potuto esprimere tutto il suo vero potenziale, poi ha abbracciato i magazzinieri, con i quali ha invece avuto un rapporto speciale. Abbiamo sfoderato una prestazione di grande qualita' e personalita', andare sotto contro una squadra forte come la Juve poteva costare a livello psicologico ma abbiamo continuato a giocare. Non era facile, soprattutto dopo essere stati subito in svantaggio. Peccato non averli fatti contenti con una vittoria, ci proveremo mercoledì: "a sto punto è una sfida ancora più importante". Palla al centro e via. La strada che hanno preso questi ragazzi mi sembra quella giusta, anche se ci sono ancora dei margini di miglioramento, se riusciamo a trovarli sarà tanta roba.

"FUTURO INSIEME". Finale dedicato all'analisi tecnico-tattica: "Le sostituzioni?" Il centravanti della Juventus è stato beccato dal pubblico napoletano che lo ha fischiato sonoramente ad ogni tocco del pallone (il numero 9 è stato beccato anche nel riscaldamento e ha scosso la testa al termine della fase di riscaldamento, al rientro negli spogliatoi mentre a fine partita ha mandato un bacio in tribuna). I fischi? Erano inevitabili, forse un giorno passerà. Ho inserito Zielinski per provarla a vincere e avrei voluto mettere anche Milik, ma purtroppo mi hanno chiesto il cambio sia Hamsik sia Strinic e siamo rimasti a metà dell'opera. Beh, il tempo è dalla sua: "Il futuro?" Dunque, se il presidente è contento resto, altrimenti mi dimetto.

Nella primavera 2016 Sarri ha firmato un contratto con il Napoli fino al 2020, ma l'accordo prevede che entro il 2018 le parti possano recedere pagando una penale, che sarebbe stata stimata per il il club partenopeo in 500 mila euro, per l'allenatore in ben 8 milioni.


Popolare

COLLEGARE