Pyongyang: se necessario pronti a rispondere con guerra nucleare

Vari osservatori temono che la Corea del Nord proceda a un nuovo test nucleare in occasione della festa nazionale, cosa che potrebbe provocare l'immediata reazione militare americana.

Nella mattinata italiana del 15 aprile, si è svolta a Pyongyang la grande parata militare per il "Giorno del Sole", il 105esimo anniversario della nascita di Kim Il-sung, padre fondatore della Corea del Nord, oggi guidata dall'erede di terza generazione Kim Jong-un (protagonista di una costante escalation con gli Stati Uniti - pronti all'intervento militare).

La Corea del Nord e' pronta a rispondere a qualsiasi attacco nucleare con un attacco dello stesso tipo, "a una guerra totale con una guerra totale".

Atalanta, Gasperini: "Lusingato dell'interesse della Roma, ma penso di restare"
Non pensavo di mettere in difficoltà la Roma sulla velocità, nel secondo tempo ho inserito Cabezas per giocare di rimessa. E' stato un black out, ma da queste partite si trae sempre qualcosa di utile.

Choe ha anche accusato gli Stati Uniti di schierare armi nucleari nel sud della penisola coreana, "creando una situazione molto tesa che minaccia la pace e la sicurezza non solo nella regione, ma anche nel mondo intero".

La dichiarazione arriva nel mezzo del crescente pressing di Washington sulla Cina, il tradizionale e storico alleato di Pyongyang, oltre all'avvicinamento della portaerei Uss Carl Vinson e del suo gruppo d'attacco verso la penisola coreana. È l'ammonimento lanciato dal ministro degli Esteri cinese Wang Yi sulla crisi con la Corea del Nord.

Da parte loro i governi di Mosca e Pechino hanno manifestato grandi preoccupazioni per la situazione in quell'area. Nel caso del primo missile però non è chiaro se si tratti di un missile vero (in grado di raggiungere anche gli USA) o di un bluff per alimentare le tensioni. Proprio l'intervento cinese, secondo alcuni, avrebbe evitato che Pyongyang effettuasse un test nucleare. A dirlo è il viceministro degli Esteri nordcoreano Han Song Ryol in un'intervista all'agenzia Ap, sostenendo che il prossimo test nucleare sarà condotto quando il quartier generale supremo nordcoreano lo riterrà più opportuno. D'altronde le attività delle ultime sei settimane nel sito nucleare di Punggye-ri lasciano pensare che i preparativi finali per un test, siano ormai terminati e non è escluso che quest'ultimo si faccia durante il fine settimana.


Popolare

COLLEGARE