Il Crotone batte l'Inter e spera in un passo falso dell'Empoli

Un ko pesantissimo per i nerazzurri protagonisti di un primo tempo inguardabile e di una ripresa volenterosa che non è servita però per capovolgere il risultato contro l'ottima formazione di Nicola, tornata a lottare per la salvezza.

Quella di Crotone era vista come una partita dove valutare il grado di maturazione della compagine nerazzurra e Stefano Pioli commenta amaramente così, anche se non vuole arrendersi: "Se Crotone era un esame, l'Inter è stata bocciata". Le due squadre hanno comunque una grande differenza tecnica e quindi l'Inter potrebbe tentare senza dubbio l'attacco, anche per non perdere ulteriore terreno nei confronti dell'Atalanta che si trova quinta in classifica a 59 punti. "E' vero - dice -, ma chi mi conosce sa che non sono un maleducato". L'1-0 non scuote l'Inter, che anzi si ritrova sotto di 2 reti: altro pallone perso, contropiede orchestrato da Trotta e Falcinelli insacca alle spalle di Handanovic con un bel tocco. Siamo stati superficiali. È successo quello che non doveva succedere e in fatto di preparazione psicologica, significa che non ho lavorato bene, ma le colpe sono di tutti.

Imperativo dunque riscattarsi, già a partire dalla prossima sfida contro il Milan. La mossa ha i suoi effetti perché l'Inter si riversa con determinazione nella metà campo del Crotone. Rossoblù che non allentano la presa e continuano a farsi vedere dalle parti di Handanovic prima con Rohden e poi con Martella, ma è il centrocampista svedese a sfiorare il tris poco prima della fine del primo tempo con un destro a botta sicura dal centro dell'area di rigore avversaria: Miranda salva miracolosamente sulla linea.

Si sono concluse le gare valide per la 31a giornata di Serie A giocate alle ore 15:00. Questa gente se lo merita. "Rimbocchiamoci le maniche a partire dal derby e solo grazie al lavoro e alla continuità di risultati si possono ottenere delle soddisfazioni; in caso contrario è giusto subire delle critiche". Poker del Milan sul Palermo che ora ha scavalcato al sesto posto i cugini nerazzurri.


Popolare

COLLEGARE