Francia, preparavano attentato "imminente": fermati due presunti terroristi

I due fermati oggi, per sospetto terrorismo, Mahiédine M. e Clément B. di 29 e 23 anni con cittadinanza francese, erano già noti agli 007 francesi per la loro radicalizzazione all'Islam.

"I nostri servizi di sicurezza hanno lavorato in modo notevole", ha dichiarato il presidente francese Francois Hollande, che ha aggiunto "ora questi due individui verranno interrogati dalla polizia e dalla giustizia". Le quotazioni di Mélenchon si erano impennate nelle scorse settimane dopo la bella figura fatta nel secondo dibattito trasmesso in tv: diversi specialisti parlavano di sorpasso o quantomeno di pareggio.

Gli arresti sono stati compiuti dagli agenti della Dgsi, la Direzione Generale per la Sicurezza Interna, e dalle teste di cuoio del Raid.

In un edificio di Marsiglia sono stati ritrovati esplosivi di tipo Tatp.

Inter, Icardi cerca il suo primo gol nel derby
Quando ci sono risultati negativi si valutano le scelte dell'allenatore e la condizione fisica. Il derby d'andata fu il debutto di fuoco per Stefano Pioli che è chiamato ad un altro esame.

I due fermati volevano perpetrare "azioni violente" alla vigilia del voto, secondo il ministro, parlando di un attacco "certo" e "imminente". Tensione alle stelle in Francia per la campagna presidenziale a pochi giorni dalla chiamata alle urne per il primo turno, con Emmanuel Macron e Marine Le Pen favoriti per il ballottaggio ma con Fillon e Melenchon in crescita. Foto di alcuni sospetti erano state date dalle forze dell'ordine ai servizi che curano la sicurezza dei candidati.

"Il rischio terrorismo è più elevato che mai".

Misure particolarmente importanti anche per il suo comizio del 17 aprile a Nizza.


Popolare

COLLEGARE