CONFERENZA STAMPA. Allegri: "Napoli simile al Barcellona. Per trasferirsi dall'albergo allo stadio…"

"Se per una volta si pareggia, non succede nulla". Semplicemente Napoli-Juventus, pochi giorni dopo la sfida di campionato.

C'è un principio nella testa di Massimiliano Allegri, si chiama pensare positivo: "La negatività che c'è, è la cosa che più detesto, la positività invece è decisamente migliore". A un mese e mezzo dalla fine della stagione ci stiamo giocando scudetto, la semifinale Coppa Italia e i quarti di Champions. Ecco perché la sfida di mercoledì in Coppa Italia ha il sapore della rivincita immediata. Vincere è straordinario perché vince sempre solo una squadra. Amarezza, non sorpresa. Un po' se l'aspettava, lo temeva. E il tecnico bianconero non ha peli sulla lingua nel rispondere alle critiche per il pareggio dell'1-1 siglato in Campionato lo scorso weekend. "Non sarà semplice, sarà una partita molto aperta". Neto gioca, Alex Sandro dovrebbe rientrare.

"Dentro lo stadio tifosi sono stati correttissimi, credo che domenica la partita sia scivolata via bene, indipendentemente dai fischi, ma quelli sono tifosi del Napoli". I diffidati non influenzeranno le mie scelte, se qualcuno verrà squalificato salterà la finale se ci andremo, punto. "Su questo dobbiamo migliorare per raggiungere il nostro obiettivo, che è quello di andare a Roma per vincere un'altra Coppa Italia". Il Barcellona ha avuto una serata no [a Parigi], ma non credo che ne avrà un'altra. "Altrimenti si giocherebbe dieci contro le sagome". Se hai la palla attacchi altrimenti difendi.

Alitalia: domani sciopero, cancellato 60% voli
Di seguito, ecco tutte le informazioni necessarie per prepararsi allo sciopero e limitare al massimo i disagi. Il cambio di prenotazione e la riemissione del biglietto dovranno essere effettuati entro il 14 aprile 2017 .

MIGLIORARE TECNICAMENTE. "Dobbiamo fare diversamente le gestualità tecniche", ha chiarito Allegri. Le sue caratteristiche di palleggio saranno le stesse. "Se giocano Milik o Pavoletti è un discorso; ma se a scendere in campo è Mertens, allora è un altro".

Il primo round tra i due tecnici toscani si è concluso sull'1-0 a favore di Sarri che ha ricevuto la Panchina d'Oro proprio in barba al pur bravo Allegri. Ci deve far riflettere. La partita è stata bella, ottimamente gestita dall'arbitro Orsato. Non era facile giocare e mi aspettavo facesse una prestazione peggiore, in quello che ha fatto si vede che sta bene.


Popolare

COLLEGARE