Bahrain: vola Bottas, Vettel secondo

Rispettata con le modifiche importanti, arrivate già solo alla terza gara, dimostrata con la partenza di Vettel, a infilare subito Hamilton, a costruire così parte del successo e a tallonare Bottas così da non dargli possibilità di respirare nel gestire le gomme, punto debole Mercedes e poi conclamata con una strategia a prima vista azzardata ma poi perfetta nel mettere alla frusta chi non era più abituato a dover fare gara sugli altri. "Sono 67 i giri compiuti oggi dalla Ferrari SF70H, il migliore in 1'31" 574 con pneumatici a mescola Soft, secondo assoluto dietro all' 1'31" 280 di Valtteri Bottas su Mercedes (che ha concluso 143 giri). "Ad ogni modo - conclude Seb - guidare questa macchina è sempre un piacere".

Al 2° posto c'è la Ferrari con Sebastian Vettel staccato di 294 millesimi. Il tedesco, che ieri aveva girato per tre ore supplementari su richiesta della Pirelli, nel pomeriggio ha completato 56 giri dopo che il mattino ne aveva fatti soltanto 8 visto che lui e la Ferrari erano rimasti a lungo ai box per cambiare la configurazione della monoposto (nessun problema tecnico).

Il terzo tempo è stato fatto segnare da Carlos Sainz con la Toro Rosso, seguito da Vandoorne con la McLaren che ha sorpreso tutti.

"Sarebbe stato bello provare anche di più ma oggi abbiamo avuto qualche piccolo problema in mattinata, come è normale durante i test, e poi nel pomeriggio abbiamo perso parecchio tempo per un black out elettrico nel nostro garage".

Hamilton ha girato con la sua Mercedes con il tempo di 1'31 " 358 mentre Govinazzi era staccato di 626 millesimi.

Al termine dei test al volante della Ferrari, Giovinazzi si è mostrato entusiasta ed ha detto: "Mi sono goduto tutti i giri".


Popolare

COLLEGARE