Milan, nuovo ritardo per la cessione: il bonifico non arriva

L'unico riferimento processuale era contenuto nell'indagine che ha travolto la Tax&Finance (T&F), fiduciaria Svizzera a cui si era rivolto il precedente aspirante azionista del Milan, il thailandese Bee Taechaubol (Mister Bee). "Abbiamo chiesto oltre 1,5 miliardi di danni fra noi e Fininvest", ha sottolineato Berlusconi. Dopo una serie di slittamenti sul closing (l'ultimo limite ad horas è previsto per i primi dieci giorni di aprile) la Fininvest si prepara a stringere i tempi.

Scatta l'ora X sulla cessione del Milan ai cinesi di Sino-Europe Sports. Infatti non è arrivata oggi la terza rata da 100 milioni di euro dell'ormai famigerata caparra che Sino Europe Sports deve versare a Fininvest (appunto 300 milioni in totale, mancano gli ultimi 100 che dovevano arrivare oggi) prima di completare il pagamento per completare il passaggio di proprietà da Silvio Berlusconi alla cordata cinese, presumibilmente ad aprile (il 7? il 14?). Tanti i nodi ancora da sciogliere, compreso il destino di Galliani che potrebbe ricoprire un ruolo importante proprio in Fininvest. Una fonte cinese vicina alla trattativa spiega che "non sono ancora riusciti a mettere insieme i capitali necessari", e che dunque il closing sarebbe tutto in salita. "Sono tifoso del Milan e tutto ciò che esce dal rispetto, dall'eleganza, dal modo di vivere con stile il tifo lo trovo sbagliato, sono cose che non mi piacciono e possono allontanare dal calcio", ha detto l'ad di Mediaset esprimendo sostanzialmente l'unica autocritica per una vicenda che nel mondo rossonero ritengono chiusa. "Ma nel caso andrebbe avanti con entusiasmo mio padre". Non sarebbe una situazione piacevole se saltasse.


Popolare

COLLEGARE