Genitori-nonni: la bambina è adottabile

Da quando cioè il padre fu denunciato per abbandono di minore, perché i vicini avevano notato la piccola piangente e da sola nell'auto della coppia, parcheggiata davanti a casa. I due, giova ricordarlo, sono comunque i genitori biologici della bambina che oggi ha sette anni.

La Cassazione accoglie il ricorso presentato dall'avvocato dei genitori e rinvia la discussione alla Corte d'appello. Mentre i Deambrosis lottavano da un tribunale all'altro per riaverla indietro, lei cresceva accudita da altri genitori che l'avevano legittimamente per effetto di un terzo procedimento giudiziario: una sentenza di adozione.

E' vero che la Costituzione non pone limiti alla possibilità di diventare genitori, ma è altrettanto vero che un bambino avrebbe quanto meno bisogno di punti di riferimento "sicuri". "Quando questa ragazza avrà i primi dubbi e farà qualche domanda sarebbe opportuno che la madre adottiva abbia la competenza educativa ed affettiva per poterle spiegare le cose con calma e chiarezza". Perché, in fondo, l'allontanamento era stato solo di sette minuti, il tempo di preparare il biberon.

La piccola era stata allontanta dalla coppia a pochi mesi dalla nascita con l'accusa di abbandono, risultata poi infondata. A giugno, gli ermellini avevano respinto la sentenza di adottabilità e avevano rimandato la vicenda ai giudici d'appello di Torino, che hanno riesaminato la capacità genitoriale dei coniugi, tenendo conto del richiamo ad accantonare i pregiudizi sull'età matura e a considerare che dall'accusa di abbandono erano stati assolti. Il suo caso è stato discusso dalla sezione minorile della Corte d'apello per iniziativa della Cassazione, che aveva chiesto ai giudici di pronunciarsi nuovamente. "Confidavamo in una Corte più coraggiosa - ha aggiunto l'avvocato - che considerasse i genitori naturali come una coppia assolutamente in grado di prendersene cura della bambina".


Popolare

COLLEGARE