Corea del Nord, VIDEO YOUTUBE: "Sono il figlio di Kim jong-nam"

Il ragazzo in questione è il figlio Kim Jong-nam ucciso il 13 febbraio all'aeroporto di Kuala Lumpur con il letale gas nervino agente Vx. Si tratta della prima apparizione pubblica di un familiare dopo l'omicidio. I funzionari del ministero dell'Unificazione della Corea del Sud e la National Intelligence Service hanno confermato che l'uomo nel video è Kim Han-sol. Il padre Kim Jong-nam aveva espresso giudizi simili ed è stato assassinato in modo atroce, con una sostanza nervina proibita da tutte le convenzioni sulle armi chimiche. Ora spunta sui social il video di un giovane che dice di essere il figlio del fratellastro del leader nordcoreano: "Mio padre è stato ucciso pochi giorni fa". Adesso sono con mia madre e mia sorella.

Il video che lo vede protagonista, di 40 secondi, è stato postato martedì su YouTube dal gruppo "Cheollima Civil Defense", attivo nel sostegno ai dissidenti del Nord. I dettagli sono stati cancellati nell'editing, ma è leggibile il timbro nordcoreano e una riga in inglese che estende la validità del documento: "PASSPORT (FOR OFFICIAL TRIP)".

Ferrari: a Ginevra Sergio Marchionne fiducioso sulla prossima stagione
Non possiamo continuare a farci rompere il muso, c'è ancora spazio per correggere i problemi. Ricciardo in pista ha fatto un acuto con il secondo tempo.

Secondo l'agenzia di stampa sudcoreana Yonhap, il gruppo Cheollima Civil Defense sarebbe specializzato in richieste urgenti di protezione di nordcoreani in fuga. Sul sito c'è un comunicato che dice che in risposta a una richiesta di aiuto arrivata dalla famiglia di Kim Jong-nam, il gruppo si è incaricato di portare Kim Han-sol, sua madre e sua sorella in un posto sicuro. Han-Sol avrebbe 21 anni e ha vissuto in esilio nel territorio cinese di Macao. Lui è l'unico che ha identificato il corpo anche perché al momento le autorità malesi sono alla ricerca di un campione di dna per la certezza del riconoscimento. Un'azione che inasprisce, ancor di più, i rapporti fra Corea del Nord e Malesia, che a sua volta lancia un'avvertimento e dichiara di aver convocato una riunione di emergenza del Consiglio di Sicurezza dell'Onu sulla vicenda, dai contorni di una spy story internazionale, ma che rischia di far precipitare la crisi fra i due paesi.


Popolare

COLLEGARE