Spaccio cocaina in Palermo bene,arresti

Gli agenti della squadra mobile hanno arrestato cinque persone in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal giudice delle indagini preliminari presso di Tribunale di Palermo Guglielmo Nicastro, su richiesta del sostituto procuratore della Repubblica Maurizio Agnello.

Spacciavano cocaina a domicilio H24 a professionisti della cosiddetta "Palermo bene".

Secondo quanto ricostruito durante le indagini i pusher avevano i cellulari con numeri dedicati sempre attivi per i loro acquirenti per soddisfare le esigenze di molti professionisti.

Calcio Napoli, le dichiarazioni infuocate di Sarri e De Laurentiis
Delusione prevedibile e ragionevolmente attesa. "Si può cercare di limitare, ma un colpo di talento può risolvere le partite". Ebbene, guardando il Napoli della stagione in corso è assodato che la squadra di Sarri, questa dote, non la possegga .

Nell'arco di circa un mese, gli inquirenti hanno registrato 13736 telefonate con una media di più di 457 telefonate/messaggi al giorno e la presenza di 331 nominativi di possibili clienti. I presunti componenti dei due gruppi si alternavano con turni di lavoro scanditi dal passaggio del 'telefonino di servizio' sul quale venivano contattati da 'clienti'. Il calcolo della cocaina smerciata da entrambi i gruppi, sulla base del numero medio di consegne giornaliere, raggiunge complessivamente il quantitativo di 2 chili di cocaina con un volume d'affari pari a circa 300 mila euro.

I poliziotti hanno arrestato: Stefano Macaluso di 31 anni, Antonino Di Betta di 26 anni, Danilo Biancucci di 26 anni, Giovanni Fiorellino, di 24 anni, Alessandro La Dolcetta, di 20 anni.


Popolare

COLLEGARE