Toscana. E' morto Giancarlo Berni. Saccardi: "Grande perdita per la sanità toscana"

Ricoverato per una emorragia cerebrale, nella rianimazione del Dipartimento di Emergenza che aveva contribuito a creare e che ha diretto fino al 2006, ha concluso l'accertamento di morte encefalica con il consenso da parte dei familiari alla donazione degli organi.

Se n'è andato lunedì sera, nella "sua" Careggi, a Firenze, il Professor Giancarlo Berni., dopo un malore improvviso che lo ha colto nella sua abitazione. E' infatti diventato socio nel 1998, è stato poi nominato membro del Comitato di Indirizzo nel 2009 ed è diventato Consigliere nel 2014.

"Con la morte del professor Giancarlo Berni la sanità toscana perde un uomo e un professionista di grande valore".

"L'improvvisa scomparsa del professor Berni ci lascia sgomenti e tutto il personale dell'Ente Cassa di Risparmio di Firenze si unisce al dolore della famiglia in questo momento di così grande dolore". "Figura di alto profilo umano e professionale, il professor Berni ha saputo dare un prezioso contributo nei molteplici ruoli che ha ricoperto all'interno della nostra struttura - dice il presidente della Fondazione Umberto Tombari -". "Un grande medico - prosegue la nota di Saccardi -, che ha sempre lavorato con competenza, dedizione, professionalità, generosità e ha dato contributi fondamentali alla sanità toscana e nazionale". Membro molto attivo del Consiglio sanitario regionale, era responsabile dell'Osservatorio permanente della Regione Toscana sulla medicina di emergenza-urgenza.

Sono convinto, avendolo conosciuto bene, che avrebbe scelto questa modalità di commiato, lui così riottoso a qualsiasi tipo di inattività, anche temporanea, pur consapevole di gettare nello sconforto i familiari, i suoi allievi, tutti coloro che hanno avuto il privilegio di conoscerlo e di volergli bene.

I funerali si svolgeranno domani mercoledì 22 giugno alle ore 10,30 presso la Chiesa di San Giovanni Battista (di fronte a Villa Monna Tessa).


Popolare

COLLEGARE