Lazio, Diaconale: "Caso Anderson deve essere ridimensionato"

"Sarà motivo di riflessione, non ce lo possiamo permettere, sopratutto con il Napoli". Poi è normale che ci sono tre sconfitte di fila, ma non è un problema di modulo. La missione (im) possibile è quota cento, entro la fine dell'anno, per il 20 maggio, ch'è un traguardo ampio, da favola, da superbomber.

Arbitro Banti. "Ha grande esperienza e arbitrerà bene una gara molto importante". E' giusto analizzare e porsi dei perché sulla gara con il Genoa, ma da qui a dire che siamo in crisi ce ne passa. Se giocasse nell'Inter avrebbe il posto fisso. Il brasiliano non compare nell'elenco dei convocati per la sfida di questa sera. Si è messo dalla parte dei titolarissimi, vuole ritrovare al San Paolo la Lazio capace di raccogliere applausi e consensi sino a pochi giorni fa.

"Aveva un leggero affaticamento, è stato risparmiato stamattina, sarà convocato". Lavoro differenziato. Simone, appoggiato dalla società, ieri ha aperto la conferenza stampa cercando di chiarire la situazione. Tanti i temi trattatati dal tecnico della Lazio, a partire dal caso Felipe Anderson: "Riguardo questa cosa sono state dette cose inesatte". Con il Genoa non è entrato come doveva entrare, ma la sconfitta non è colpa sua. Le sconfitte hanno rallentato il nostro percorso ma dobbiamo mantenere la lucidità. "Non è sereno, ho preferito farlo lavorare a parte", dice Inzaghi. Sa cosa deve fare. Sa cosa deve fare per migliorare e quando lo farà tornerà in squadra. Per fortuna non tutte le squadre hanno Suso che crossa. Non ci sono limiti temporali all'esclusione. E' un ragazzo molto sensibile, lo aspettiamo. Caceres ha fatto ottime prestazioni, Wallace sta tornando, Bastos sta bene e Luiz Felipe cresce giorno dopo giorno. "Dopo la sosta abbiamo giocato cinque partite".

"Da quando è ripreso il campionato abbiamo vinto con Chievo e Udinese, poi abbiamo perso a San Siro per un gol di mano". Le aspettative si sono alzate, dobbiamo essere bravi noi a confermarle. Il Napoli ha conquistato 60 punti su 69, è primo in classifica, ma andremo a giocarci la nostra partita. Nel secondo non siamo stati squadra.

NIENTE ALLARMI. La frenata ha tolto entusiasmo, la Lazio si è fermata sul più bello. Nel post partita Inzaghi ha analizzato la partita ai microfoni di Mediaset Premium: "Il secondo tempo non siamo entrati in campo e col Napoli lo paghi". All'andata poteva andare in un altro modo e domani spero di avere tutti al 150%.


Popolare

COLLEGARE