Tunnel metro, per Comune treni passano

Nuova grana per la linea 6 della metropolitana di Napoli leggera, che collega Fuorigrotta a Mergellina.

La vicenda dei treni che non passerebbero nel tunnel della metro ha fatto il giro del Paese.

Sembrerebbe una barzelletta ma, purtroppo per i napoletani e per la mobilità sostenibile della nostra città, è la pura e cruda realtà che sancisce, semmai ce ne fosse ancora bisogno, la totale incompetenza amministrativa di chi governa Napoli.

È quanto dichiarato in una nota dal Parlamentare di Fratelli d'Italia Marcello Taglialatela.

L'assessore Calabrese ha detto ovvietà che però oggi fanno notizia: "Tutti i treni entrano nelle gallerie". Per l'arrivo dei treni nuovi, lunghi 39 metri, previsti dal contratto, ma non ancora ordinati, bisognerà aspettare la realizzazione di una galleria sotterranea, lunga circa 7-800 metri, che passerà sotto la stazione L2 Campi Flegrei per sbucare a via Campegna, dove dovrà essere realizzato il deposito-officina di 80mila metri quadrati per il rimessaggio e la manutenzione dei treni. "Per i prossimi due anni saranno in esercizio i treni già esistenti, che passano in tutte le galleria come ci passano i treni nuovi". Questa è lo stato dell'arte che abbiamo trovato e questa Amministrazione, da subito, ha ritenuto discutibili, se non illogiche, le scelte che erano state effettuate che non avrebbero potuto garantire la piena operatività della linea. Inoltre, questi nuovi treni non sono mai entrati nemmeno in produzione. Inoltre la recente Delibera CIPE del 22 dicembre assegna le risorse necessarie al completamento di questo intervento. I vecchi treni da 25 metri - quelli "adatti" al nuovo tunnel - saranno utilizzati in via del tutto provvisoria a inizio 2019, data di inaugurazione della nuova tratta metropolitana.

Il foro disponibile, infatti è largo 27 metri.


Popolare

COLLEGARE