Torino, Mazzarri: "Mi violenterò per Niang"

Nel lunch match i granata hanno superato con un netto 3-0 il Bologna di Donadoni al termine di un match dominato in lungo e in largo. Per il tecnico, ex Watford, sarà la prima uscita sulla panchina granata. Non ha voluto fare stravolgimenti tattici, a 48 ore dal suo arrivo sotto la Mole, andando sul sicuro, il 4-3-3 lasciato da Mihajlovic: "lo stesso sistema di gioco si può personalizzare - spiega Mazzarri - specialmente quando hai a disposizione ragazzi che sono delle spugne". "Ha doti che avete visto tutti e che mi violenterò per dargli la continuità necessaria". In classifica Destro e compagni hanno un punto in meno degli avversari: 24. Mister Mazzarri ritroverà, dopo la squalifica, Baselli, che partirà titolare al posto di Obi a centrocampo insieme a Rincon e Valdifiori. Ancora out Belotti, nel tridente spazio per Iago Falque, Niang e Berenguer. Sirigu però para in tuffo il rigore di Pulgar, e pochi minuti dopo il Torino chiude la partita trovando il 2-0: Pulgar, ancora scosso dal rigore sbagliato, regala palla a Falque che serve Niang per il raddoppio. A disposizione: Milinkovic-Savic, Ichazo, Bonifazi, Moretti, Fiordaliso, Acquah, Valdifiori, Gustafson, Boyè, De Luca, Sadiq, Millico.

BOLOGNA (4-2-3-1): Mirante; Krafth, Gonzalez, Helander (st 37′ Falletti), Mbaye; Poli, Pulgar; Verdi (st 21′ Okwonkwo), Palacio, Di Francesco (st 11′ Donsah); Destro. All.


Popolare

COLLEGARE