Roma, Di Francesco: "Così non va, dobbiamo dare tutti qualcosa in più"

Con la sconfitta per 2-1 all'Olimpico contro l'Atalanta, la Roma certifica il suo momento di crisi. Il gol è venuto su una giocata in verticale, dobbiamo continuare così perché lateralmente siamo tutti capaci a giocare, poi ci vuole un pizzico di personalità, qualche pallone si può sbagliare o indovinare se si gioca in verticale, non concretizziamo nemmeno con i cross quindi dobbiamo cercare di giocare in verticale, ancora lo facciamo poco e probabilmente sbaglio io.

Il tecnico giallorosso prova ad analizzare i motivi di questa crisi: "Dobbiamo tutti fare mea culpa, serve tornare ad avere quella cattiveria e determinazione". Dobbiamo ritrovare energie nervose e mentali per tornare quelli di qualche settimana fa, non ci sono giustificazioni per la partita di oggi. Mi aspetto qualcosa in più da tutti, non solo dai leader del gruppo. "Ora dobbiamo fare tesoro degli errori che stiamo facendo ultimamente e tirare fuori la personalità". Inevitabile chiedersi se la sconfitta con la squadra di Gasperini sia stata causata anche dall'assenza di Radja Nainggolan, punito dopo gli eccessi di capodanno con la non convocazione.

Eusebio Di Francesco
Eusebio Di Francesco

NAINGGOLAN? POTEVAMO VINCERE ANCHE SENZA DI LUI - Di Francesco non ha rimpianti per aver lasciato in tribuna Nainggolan: "E' stata una scelta etica e doverosa e avremmo potuto vincere anche senza di lui". Un atteggiamento opposto rispetto a quello avuto verso De Rossi quando la Sud durante Roma-Spal gli ha dedicato lo striscione di solidarietà "Sangue romano, Ddr nostro capitano" per essere stato sommerso di critiche dopo lo schiaffo rifilato a Lapadula nel match contro il Genoa.


Popolare

COLLEGARE