Rai Uno lancia "Meraviglie" e parte da Siena

Quello italiano è il patrimonio più ricco in assoluto ma è anche distribuito in tutte le regioni e abbraccia tutti i periodi storici. Meraviglie è quindi anche un programma che vuole omaggiare gli italiani, quello che hanno saputo fare nei secoli e quello che, tra mille difficoltà, continuano a fare. Ricordiamo che ci sono ben 53 siti riconosciuti dall'Unesco come patrimonio dell'umanità. Con tre tappe per puntata: una al nord, una al centro e una al sud.

Siti dell'Unesco, ma non solo: un viaggio che coinvolge anche luoghi che non sono inseriti nel patrimonio Unesco ma lo meriterebbero. Ogni puntata, inoltre, sarà scandita da incontri con persoggi come Galileo, l'imperatrice Sissi, Cecco Angiolieri e Re Ferdinando di Borbone. Tra i molti ospiti sono annunciati lo scrittore Andrea Camilleri, l'attrice Monica Bellucci e il cantautore Paolo Conte.

La prima puntata di Meraviglie ci mostrerà il Cenacolo realizzato dal grandioso Leonardo da Vinci. Mentre lo studioso illustrerà i segreti e la la realizzazione l'attore Philippe Leroy, interprete del Leonardo televisivo, ricorderà la sua esperienza sul set nei panni del pittore.

Dalla Milano di Leonardo il viaggio della prima puntata di Meraviglie prosegue poi nel cuore della Toscana, per scoprire la Siena medievale. Da Piazza del Campo al Palazzo Pubblico, dal Duomo all'Archivio storico, Alberto Angela proporrà ai telespettatori le meraviglie senesi con le riprese realizzate nello scorso ottobre. Si chiude in Sicilia, nella splendida “Valle dei templi” di Agrigento, da sempre meta dei viaggiatori del Grand Tour alla ricerca dellarte e della cultura della Magna Grecia. Tra le rovine e il Tempio della Concordia, ancora oggi intatto e maestoso, ripercorreremo la storia di una civiltà antica di 2500 anni alla quale deve tanto la nostra cultura. Entusiasta dell'idea e della sua realizzazione il direttore generale Rai Mario Orfeo: "Il nuovo programma di Angela, prodotto e diffuso in 4K è ancora una volta la conferma dell'eccellenza editoriale e tecnologica della Rai, - ha affermato nella nota - che con il proprio impegno alla cultura e all'innovazione assolve alla missione di servizio pubblico rivolto alla valorizzazione del patrimonio culturale e allo sviluppo industriale e tecnologico del Paese".


Popolare

COLLEGARE