Otto e mezzo, Renzi lancia la candidatura di Boschi

Centrodestra in vantaggio? "Non credo, è una partita a tre, nel maggioritario sono in vantaggio loro, ma assegna solo un terzo dei seggi". Come io mi candiderò in Lombardia e Campania, lo stesso faranno gli altri - ha spiegato Renzi in tv per poi aggiungere - Mi accuseranno comunque di aver scelto fedelissimi: mi hanno accusato di tutto, anche dei sacchetti di plastica.

Qui, il segretario allarga il ventaglio delle candidature sottolineando che nel partito ci sono tanti esponenti capaci, a partire da Gentiloni che "si sta dimostrando un ottimo presidente del consiglio".

Ma il Partito Democratico non ci sta ed è per questo che qualora dovesse restare al Governo troverà un modo per rilanciare questa misura, estendendola anche ai genitori.

Renzi poi continua sulle possibili alleanze da fare dopo il voto, "personalmente non vedo possibili alleanze con la destra, con 5 Stelle, non vedo possibile neanche un'alleanza con gli altri in questo momento, altrimenti che si fanno a fare le elezioni. Abbiamo la squadra migliore, Gentiloni ha governato bene, così tutti i nostri ministri".

CANONE RAI - Infine, un mezzo passo indietro sulla proposta di abolire il canone Rai: "Non ne ho mai parlato, è solo una delle ipotesi su cui stiamo lavorando". Un'altra obiezione è stata fatta da Thomas Manfredi, economista dell'OCSE: l'importo di nove o dieci euro porterebbe il salario minimo italiano ad essere tra i più alti del mondo, mentre di solito il salario minimo viene calcolato intorno alla metà della retribuzione mediana del paese; così sarebbe molto più alto. "Se qualcuno pensa che pur di far perdere Renzi si può far vincere Salvini, auguri!"

"Da ciò conseguirebbe un rischio altissimo, diciamo la sostanziale certezza, che molte aziende finirebbero fuori mercato, e reagirebbero con licenziamenti o con esternalizzazioni verso il sommerso". Per l'ex premier il leader di FI "più che essere un pericolo per la democrazia è un pericolo per l'economia". L'ultima volta che hanno governato assieme hanno portato il Paese al limite del baratro: "credo che gli imprenditori se lo ricordino". Sul futuro premier chiarisce: Non mi interessa il mio futuro, mi basta che a Palazzo Chigi vada un dem'. Netto anche nei confronti dei pentastellati, il cui segno distintivo, a suo giudizio, è la contraddizione, dal tema dei rifiuti della Capitale a quello della giustizia. Renzi ribadisce che l'Emilia era disposta a collaborare con la Giunta capitolina per lo smaltimento, ma poi la sindaca Raggi "ha detto di no". "Devono imparare a rispettare la Costituzione e la presunzione d'innocenza sempre, non a giorni alterni".


Popolare

COLLEGARE