Oltre un milione di visitatori nei musei dell'Emilia-Romagna

Crescono, anche se con un ritmo meno sostenuto rispetto al resto d'Italia, i visitatori dei musei statali dell'Emilia-Romagna. Quarto posto per la Galleria dell'Accademia, con 1,6 milioni di visitatori. I dati definitivi, infatti, dicono che è stata superata la soglia dei 50 milioni di visitatori, mentre gli incassi sfiorano i 200 milioni di euro, con un incremento sul 2016 di circa 5 milioni di visitatori e di 20 milioni di euro. "Risorse preziose che contribuiscono alla tutela del nostro patrimonio e che tornano regolarmente nelle casse dei musei attraverso un sistema che premia le migliori gestioni e garantisce le piccole realtà con un fondo di perequazione nazionale", ha precisato il ministro, evidenziando come la Campania "sia ormai stabile al secondo posto della classifica delle regioni più virtuose". Sul podio delle regioni col maggior numero di visitatori il Lazio (23 milioni), la Campania (8 milioni e 782mila), la Toscana (7 milioni). Affluenza più bassa nel mese di dicembre, con 215.015 visitatori.

Nella Top 30 i tassi di crescita più sostenuti sono stati registrati da Palazzo Pitti (+23%) e da 4 siti campani: la Reggia di Caserta (+23%), Ercolano (+17%), il Museo archeologico di Napoli (+16%) e Paestum (+15%). Tra i luoghi della cultura con ingresso gratuito, il Pantheon è stato visitato da oltre otto milioni di persone; a seguire il Parco di Capodimonte (che supera il milione di presenze) e il Parco del Castello di Miramare di Trieste (830 mila visitatori).

Nel 2017, stando alle rilevazione dell'Ufficio statistica del Mibact, sono stati oltre sette milioni i visitatori nel 2017, più del doppio rispetto a Pompei, seconda in graduatoria con 3,4 milioni di visitatori, e più di tre volte quelli degli Uffizi di Firenze, terzi con 2,2 milioni.


Popolare

COLLEGARE