Macron da Gentiloni all'insegna dell'esaltazione dell'identità europea

"Continueremo - ha detto ancora - con l'ambizione fra i nostri paesi e l'ambizione europea".

L'Italia entra in un periodo elettorale e "vorrei sottolineare quanto sono stato contento" di lavorare con Paolo Gentiloni, la sua azione in Italia e in Europa con la presidenza del G7 e del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite hanno consentito di avviare "una nuova dinamica a livello europeo, scelte e compromessi ci hanno consentito di avanzare in tempi non facili" dichiara Macron. Questo ha acceso iriflettori su situazioni dei diritti umani terribili e inaccettabili che durano da molti anni"."I dati più incoraggianti - ha sottolineato - sono non solo la diminuzione di arrivi ma naturalmente anche la diminuzione dei morti in mare, che non ci fa dimenticare che le tragedie continuano, e i rimpatri che aumentano. Quando Francia e Germania non riescono a mettersi d'accordo l'Europa non può andare avanti. Rispetto al rapporto con la Germania "non c'e' ne' concorrenza, ne' si tratta di un rapporto inferiore ma perfettamente complementare". Tra Italia e Francia, ha aggiunto, c'è "un legame più forte, che consente la stabilizzazione in Libia". Abbiamo voluto dargli una forma nuova. "Per rendere ancora più forti le nostre relazioni al servizio dell'Unione europea", ha detto il premier. "E' un bugiardo", ha subito replicato all'Ansa la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova.

L'Italia chiedeva aiuto all'Europa e in particolare alla Francia perché altri porti, per esempio quello di Marsiglia, venissero aperti in modo da accogliere le navi che soccorrevano migliaia di disperati nel Mediterraneo, e la Francia opponeva il suo rifiuto, aggiungendo un nuovo motivo di attrito al larvato conflitto che da anni prosegue sul confine di Ventimiglia. Queste sono provocazioni fatte apposta per distruggere i legami fra i nostri due Paesi.

"Non ha l'impressione che l'Europa senza le avanguardie nutra i populismi?" Mentre l'ex leader dell'Ukip e paladino della Brexit, Nigel Farage, su Twitter scrive: "Forse, dico forse, dovremmo tenere un secondo referendum sulla Brexit". Tutte questioni evidentemente fondamentali per l'avvenire della terza economia dell'Eurozona, anche se sfugge come possano contribuire ad aumentare la produttività, migliorare il benessere, ridurre le ineguaglianze, sostenere la natalità. Le accuse nei confronti dei giovani arrestati sono di furto, devastazione e saccheggio di beni pubblici.


Popolare

COLLEGARE