Corea Nord invierà delegazione alto livello a Giochi

Primi segnali di distensione tra le due Coree, che oggi hanno tenuto i loro primi colloqui ufficiali da oltre due anni.

La Corea del Nord ha deciso di inviare una delegazione alle prossime Olimpiadi invernali di PyeongChang: è il primo risultato del dialogo di "alto livello" tra rappresentanti di Nord e Sud al villaggio di confine di Panmunjom.

La 'Panmunjom Peace House' si trova nella parte sud-coreana del cosiddetto 'villaggio della tregua' dove è stato firmato il cessate il fuoco della guerra di Corea (1950-53): l'edificio è situato all'interno della Joint Security Area (JSA - Area di sicurezza congiunta), nella zona demilitarizzata coreana (ZDC), striscia di terra istituita alla fine della Guerra di Corea con l'armistizio del 27 luglio 1953 e che funge da zona cuscinetto tra le due Coree. Dopo un blackout di oltre due anni, dunque i due Paesi riaprono un dialogo "di alto livello" per discutere la potenziale presenza della Cora del Nord alle Olimpiadi e le opzioni per migliorare i rapporti bilaterali. Gli unici atleti nordcoreani a essersi qualificati sono stati Ryom Tae-ok e Kim Ju-sik, giovane coppia di pattinatori che a febbraio 2017 hanno vinto la prima medaglia della Corea del Nord (un bronzo) ai Giochi invernali asiatici di Sapporo.

Da parte sua, Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha fatto sapere di essere disposto al colloquio con il leader nordcoreano Kim Jong-Un, ma non senza precondizioni. Dal canto suo Seul ha proposto sabato di mandare una delegazione coordinata dal ministro dell'unificazione Cho Myoung-gyon, che consisterebbe di quattro altre persone, due vice ministri dell'Unificazione e due vice ministri dello sport.

Mentre il collega a capo della delegazione di Pyongyang, Ri Son Gwon, ha espresso l'auspicio che l'occasione porti "risultati preziosi al popolo coreano che ripone grandi aspettative su questo incontro".


Popolare

COLLEGARE