Colpo grosso a Palazzo Ducale, rubati gioielli dei Maharaja

Colpo grosso nella mattinata di mercoledì al Palazzo Ducale di Venezia: degli sconosciuti hanno forzato alcune teche in cui erano contenuti gioielli di valore esposti in occasione della mostra "Tesori dei Moghul e dei Maharaja", riuscendo ad arraffare monili e preziosi e a dileguarsi tranquillamente senza che nessuno se ne accorgesse. I gioielli sottratti non sarebbero tra i "pezzi forti" della rassegna e le loro fotografie sono già state inviate a Londra, dai gestori degli stessi, per l'identificazione e la quantificazione del valore. Il furto è avvenuto nella sala dello Scrutinio di Palazzo Ducale intorno alle 10 del mattino, e senza particolare clamore: come si può vedere dalle immagini registrate dalle telecamere di sicurezza, il rapinatore che ha sottratto i gioielli non ha dovuto fare altro che scassinare la teca blindata senza far suonare l'allarme, prendere i gioielli e dileguarsi assieme al complice, che lo copriva durante il furto, senza dare nell'occhio. La Procura della Repubblica di Venezia ha aperto un fascicolo contro ignoti per il reato di furto. "Non è certo qualcosa di estemporaneo", ha commentato il questore vicario di Venezia, Marco Odorisio.

Venezia furto di gioielli a Palazzo Ducale erano esposti a una mostra
Autore LaPresse Anteo Marinoni LaPresse

Ma la seconda è che si tratti di un furto su commissione, preparato da qualche collezionista e portato a termine da una banda di professionisti. I due ladri sono entrati come visitatori qualsiasi alla mostra. L'ipotesi è quindi che i ladri possano togliere le pietre preziose dai monili per rivenderle separatamente. Dall'analisi dei video di sorveglianza emerge che i ladri dopo aver rubato i gioielli dalla teca ed esserseli messi in tasca, si sono allontanati subito indisturbati. I ladri si allontanano poi tra i turisti. Aggiunge Odorisio che "ci sono tanti tasselli da mettere in ordine, intanto è scattata un'azione ad ampio raggio con l'impiego della squadra mobile e dello Sco (Servizio centrale operativo, ndr) di Roma".


Popolare

COLLEGARE