Chi l'ha visto, "Paola poteva essere salvata", il rammarico di Federica Sciarelli

Una tragica storia quella di Paola Manchisi, trovata morta nella sua abitazione a Polignano, in provincia di Bari.

Nella puntata di ieri, 10 gennaio, Federica Sciarelli, la giornalista che conduce il programma, ha avuto parole amare: "Paola poteva essere salvata, la sua morte è una nostra sconfitta" ha detto. La trasmissione di Rai 3 si è infatti interessata del caso in seguito all'appello di Marlena, un'ex compagna di Liceo della 31enne che ha denunciato la sua terribile condizione. Raccontavano delle urla di Paola, del fatto che non uscisse mai mentre il fratello conduceva una vita più che normale. Una triste storia è stata al centro della puntata di Chi l'ha visto? di mercoledì 10 gennaio 2018, una storia dal finale orribile. All'epoca, alcuni mesi fa, i genitori di Paola smentivano qualunque tipo di difficoltà sostenendo: "Paola sta bene, vi hanno dato un'informazione sbagliata". I sospetti si sono soffermati sul compagno con cui aveva convissuto per 16 anni, Daniel Pascal Albanese, morto suicida 11 giorni dopo la scomparsa della donna. L'anziana, ora indagata con il marito per abbandono di incapace ha spiegato con un tono molto alterato il perché la figlia non uscisse mai di casa: "Perché non aveva da fare". Quando è stata ritrovata dalle autorità invece, Paola pesava meno di 30 kg ed attorno aveva solo spazzatura. La 31enne presentava una grave flebite ad una gamba e larve sul corpo dovute a scarsa igiene. Poi, all'inizio del quinto anno, la decisione di interrompere gli studi.

Quattordici dei suoi trentuno anni Paola li ha trascorsi segregata in casa, vittima delle turbe familiari, tolta dal mondo civile, dal suo bellissimo paese, Polignano a Mare, dalla scuola, dai suoi amici. Una sua compagna di classe provò a mentenere i rapporti con lei, telefonando o citofonando a casa, ma ogni volta i genitori le rispondevano che Paola in quel momento non era disponibile. La donna non usciva dalla sua abitazione da quasi 14 anni, vivendo come una reclusa.


Popolare

COLLEGARE