Catania, imprenditore vicino a clan: sequestrati beni per 41 milioni di euro

Roma, 11 gen (Prima Pagina News) La divisione della Polizia anticrimine della Questura dui Catania ha eseguito il sequestro di beni per 41 milioni di euro, riconducibili a un imprenditore ritenuto contiguo al clan mafioso "Cappello". Su richiesta della Dda della Procura il provvedimento del Tribunale che fa seguito a una proposta del questore e riguarda beni mobili, immobili ed imprese, in forma individuale e societaria, soprattutto nel settore della grande distribuzione alimentare.

Oltre ai 13 supermercatui sigilli sono stati posti a un distributore di carburanti; sequestrati anche terreni edificabili, ville, automobili e conti correnti e rapporti bancari questi ultimi per un valore di 250.000 euro.

Il personale della Squadra Mobile ha sequestrato la totalità delle quote e l'intero patrimonio aziendale della società "G.M. Gran Mangiare di Salvatore Bruno di Salvatore Bruno e Michael Giuseppe Guglielmino (figlio di Michele), con sede legale a Misterbianco consistente in 13 locali di cui 12 supermercati (a marchio G.M.) dislocati a Catania, Misterbianco, Gravina di Catania, Mascalucia, Motta Sant'Anastasia". Lo avrebbe realizzato in pochi anni Michele Guglielmino, 48 anni, ritenuto vicino alla cosca mafiosa Cappello.

Tutti i beni sarebbero stati conseguiti illecitamente da Guglielmino.

Il provvedimento è il resoconto di una dettagliata proposta avanzata dal questore di Catania, in accordo con la Procura, per l'applicazione nei confronti di Guglielmino di una misura di prevenzione personale e patrimoniale ed è il frutto di una complessa attività investigativa condotta da un gruppo di lavoro della Divisione Polizia Anticrimine e della Squadra mobile, con il coordinamento del Servizio centrale anticrimine. In virtù della sua vicinanza al clan Cappello-Bonaccorsi è riuscito a inserirsi sul mercato della grande distribuzione per ripulire il denaro delle attività illecite. Oggi a carico di Guglielmino è stata richiesta anche l'applicazione della misura di prevenzione personale della sorveglianza speciale.


Popolare

COLLEGARE