Arrestato un uomo di Latina in possesso di un etto di hashish

'Siamo venuti a mangiare una pizza ad Agrigento'. Tre palermitani stamattina sono finiti in manette ad Agrigento al termine di un blitz dei carabinieri del del nucleo operativo e radiomobile. Nella circostanza i poliziotti provvedevano a bloccare i due giovani e contestualmente ad effettuare una perquisizione domiciliare presso l'abitazione dello spacciatore, colto alla sprovvista ed impossibilitato a compiere qualsiasi movimento. Alla fine, i Carabinieri sono riusciti a fare luce sulle relazioni esistenti fra i sei soggetti, riuscendo, in un colpo solo, a disarticolare un'intera filiera di approvvigionamento dello stupefacente.

Inoltre, i carabinieri sono riusciti ad accorgersi di un fulmineo passaggio di mano - fra due indagati - di oltre 4 mila euro in contanti.

Infatti, nell'ultima settimana, durante alcuni controlli su strada e nei luoghi maggiormente frequentati dai giovani, i militari dell'Arma hanno sorpreso in possesso di droga per uso personale ben 5 persone. "Il carico di hashish, al dettaglio, avrebbe fruttato oltre 40 mila euro".

I due uomini, che sono stati denunciati a piede libero, sono stati fermati dalla guardia di finanza e dai cani antidroga delle fiamme gialle nel parco davanti alla stazione ferroviaria di piazzale Orsi a Rovereto.

L'operazione messa in atto rientra in una più ampia gamma di servizi intensificati di recente su disposizione del comando provinciale dei carabinieri di Lecce, finalizzati a contrastare i reati predatori e lo spaccio tra la città e i comuni limitrofi, che proseguiranno nei prossimi giorni. Vasta anche la varietà dello stupefacente. Diverso lo stupefacente sequestrato: dal "fumo", all'"erba".


Popolare

COLLEGARE