AMD: problemi con le patch per Meltdown e Spectre, Microsoft la blocca

Da notare che tali iniziative non sarebbero incentrate sulla pericolosità delle falle citate, ma sulle patch e gli aggiornamenti creati dalla stessa Intel in collaborazione con le varie case produttrici proprio per risolvere Meltdown e Spectre. Le due falle sono dovute al modo in cui sono fatte le architetture dei processori (cioè come sono progettati) quindi, non potendo intervenire fisicamente su di loro, l'unica soluzione passa attraverso modifiche software che possono però comportare rallentamenti.

"Microsoft ha ricevuto un numero importante di segnalazioni da parte di utenti che riportavano l'impossibilità ad avviare i computer con processori AMD a seguito dell'installazione della patch di sicurezza rilasciata per Windows di recente" ha affermato un portavoce. Con un post sul proprio Security Blog, Google Zero Team fa sapere di avere già implementato una tecnica con la quale metterebbe i sistemi al sicuro da Meltdown e Spectre. La tecnica si chiama Retpoline e i test avrebbero riportato un impatto praticamente nullo sulle performance dei sistemi.

Considerando la gravità della problematica riscontrata, sono prese contromisure il più velocemente possibile ma non tutto è ancora risolto e lo sarà nel breve periodo. Ci si aspettano azioni anche dai produttori di smartphone, come Samsung e Huawei. I dispositivi Android più aggiornati dovrebbero essere protetti.

È trascorso appena qualche giorno da quando il mondo intero ha appreso dell'esistenza di alcune gravi vulnerabilità di sicurezza nei processori (non solo Intel, ma anche AMD e ARM): a tal proposito, vedere gli articoli dedicati alle falle Meltdown e Spectre. Mentre i precedenti Windows 7 e 8 non hanno difese. La società di Cupertino ha rilasciato aggiornamenti per mitigare il problema di Meltdown con iOS 11.2, macOS 10.13.2 e tvOS 11.2.

Microsoft Edge e Internet Explorer 11 hanno una patch per mitigare i problemi (KB4056892). Già da ora comunque si può attivare la Site Isolation che permette di evitare che un sito web trafughi informazioni da un altro utilizzando per ogni tab aperta un processo ad hoc.


Popolare

COLLEGARE