"Zu Totò", un webshop con il marchio di Riina

"Iniziamo con le cialde di caffè" scrivono, firmandosi come la figlia e il genero, da alcuni anni residenti in Puglia, ma i carabinieri stanno indagando per capire se la pubblicazione è stata fatta proprio dalla coppia o meno. Come si legge sul sito stesso, è una "pagina di prevendita: raccoglieremo ordine e pagamenti per poi costituire la ditta che commercializzerà i prodotti". E' quanto si legge all'indirizzo web zutoto.scontrinoshop.com/about con l'obiettivo di vendere prodotti con un marchio che celebra il capomafia Totò Riina, morto qualche settimana fa. La scelta del nome sta già facendo discutere e intanto la magistratura ha già aperto una indagine su questa attività.

Si chiama Zù Totò, è ancora in costruzione ma il marchio è di sicuro interesse visto che a diffonderlo sono Maria Concetta Riina e suo marito Antonino Ciavarello. Per ulteriori info: "zutotodistribuzione@libero.it". L'idea imprenditoriale di Maria Concetta e Tony Ciavarello necessita di una sovvenzione difatti i due hanno lanciato una raccolta fondi online per dare avvio alla loro attività. Una sorta di indagine di mercato che ha suscitato numerose risposte affermative che hanno incoraggiato l'impresa. I coniugi vivono da tempo insieme ai tre figli a San Pancrazio Salentino, in provincia di Brindisi, dove Ciavarello sta scontando un residuo di sei mesi di pena agli arresti domiciliari per una condanna per una truffa commessa a Termini Imerese nel 2009.


Popolare

COLLEGARE