Sciopero addetti grande distribuzione, presidio a Trento

I sindacati chiedono sostegno e solidarietà nei confronti dei lavoratori, che potrà manifestarsi, spiegano, non andando a fare la spesa il 22 dicembre nei punti vendita di Unicoop Tirreno, Unicoop Firenze, Coop Centro Italia, Carrefour, Coin, Decathlon, Despar, Esselunga, Ikea, Leroy Merlin, Metro, OVS, Upim, Zara. Inoltre, le due organizzazioni sindacali, insieme alla FISASCAT, hanno presentato un apposito documento in Prefettura.

Buona adesione all'agitazione con punte alte, molti lavoratori ai presìdi in tutta la toscana (centinaia di persone a Vignale Riotorto davanti alla sede di Unicoop Tirreno e nelle altre iniziative in tutta la regione), alcuni negozi e molti reparti a servizio chiusi: la Filcams Cgil Toscana, che per oggi con Fisascat Cisl e Uiltucs ha indetto uno sciopero dell'intero turno di lavoro nel commercio (Grande Distribuzione e Distribuzione Cooperativa) per il rinnovo del Contratto nazionale, ritiene questi "risultati positivi anche alla luce delle forti pressioni a non scioperare messe in atto dalle aziende". Gli unici effetti veri di scelte come le aperture selvagge sono la crescita del lavoro povero e precario, con effetti pesanti in particolare sui neoassunti e sulle donne, che rappresentano il 70% dell'occupazione nel settore, e la cannibalizzazione del comparto, con la chiusura di tanti piccoli esercizi commerciali, anche in questa regione, che è ai vertici nazionali per impatto della grande distribuzione sul territorio.

"Riteniamo grave la condotta mantenuta dall'associazione datoriale ed inaccettabile il danno che tale comportamento determina per le lavoratrici e i lavoratori, sia sotto il profilo retributivo che contributivo, anche in considerazione degli incrementi salariali erogati unilateralmente, nettamente inferiori da quelli previsti dal contratto collettivo nazionale rinnovato. Auspico che si possa riaprire un dialogo che, soprattutto a livello nazionale, sta assumendo toni forti". "Noi siamo pronti a continuare a sostenerla" è un breve commento delle tre sindacaliste espresso a margine dell'incontro svoltosi in Prefettura.


Popolare

COLLEGARE