Roma, Schick non si nasconde: "Obiettivo scudetto"

Domenica scorsa al 'Bentegodi' di Verona, contro il Chievo, Eusebio Di Francesco lo ha mandato in campo dall'inizio facendogli disputare tutta la partita.

" Mi sto trovando bene e per questo sono contento".

Il compagno Edin Dzeko lo sta aiutando ad ambientarsi. "Sono stato fermo due mesi ed è stata dura: l'infortunio è stato senza dubbio il mio momento più brutto in carriera".

Più duro quando mi sono infortunato, non puoi fare niente, lavorare senza giocare.

Non è un oggetto misterioso in Italia, ma lo è a Roma: Schick ha sin qui giocato una gara interna e tre spezzoni e i tifosi sperano di poterlo presto vedere splendere come a Genova, quando ha messo in mostra qualità teniche incredibili. Mi trovo molto bene, sono con la mia fidanzata e siamo contenti qui. Un problema che però per il nazionale ceco non dipende dalla poca cattiveria sotto porta. Forse, è difficile. Quando hai fortuna segni in qualsiasi modo, senza diventa complicato. Classe? Talento? Gol?Sono un attaccante, quindi il mio obiettivo è fare gol.

STROOTMAN OK - Il ceco è stato di nuovo provato tra i titolari oggi, in campo si è rivisto Strootman, che ha smaltito l'influenza e si giocherà il posto con Nainggolan (diffidato, e alla prossima c'è la Juve), mentre De Rossi e Pellegrini sembrano sicuri del posto. Penso con Dzeko, anche lui parla ceco. È un po' diverso rispetto a quando gioco da punta, ma mi sono sentito bene. Siamo una coppia da oltre 50 gol? "Potenzialmente possiamo essere la coppia più forte della Serie A. Sono attaccante quindi il mio obiettivo è fare gol, quindi quando gioco voglio fare gol, è questo il mio obiettivo". Dobbiamo lavorare anche in allenamento, facciamo di tutto per fare più gol. Ti ha pesato essere stato pagato più di tutti nella storia del club o è una motivazione in più per te? Sono venuto a Roma perché credo nel mister e credo in questa strada. Poi non si nasconde: "Possiamo pensare allo scudetto, questa è la strada".


Popolare

COLLEGARE