Raggi lancia spiaggia sul Tevere

A differenza di quanto avviene in molte città europee.

Con un messaggio rivolto non solo a tutti i romani, la Prima Cittadina capitolina ha ricordato che la sua Amministrazione ha presentato un vero e proprio progetto innovativo che interesserà un'area di 10mila metri quadrati sotto Ponte Marconi, per la quale è stata già richiesta una concessione di lunga durata alla Regione Lazio.

"Diventera' un laboratorio per la riqualificazione del Tevere".

"Se tali condizioni persistono, realizzare una spiaggia in riva al Tevere rappresenterebbe un rischio per la salute dei cittadini che si ritroverebbero a stretto contatto con agenti inquinanti, e nessun permesso potrà essere dato al Comune in tal senso. - precisa infine - Per tale motivo il Codacons chiede che la spiaggia annunciata dal sindaco sia condizionata alla totale assenza di pericoli per la salute pubblica". "Fin dall'inizio del nostro mandato abbiamo voluto occuparci del Tevere su cui ci sono tanti soggetti che hanno competenze, tra cui la Regione e l'autorità di Bacino" ha aggiunto la sindaca. Dopo la bonifica la zona è al momento vigilata per essere al centro del progetto di valorizzazione. "Non possiamo intervenire - ha continuato - sugli aspetti strutturali perché spettano ad altre autorità tranne alcune concessioni che abbiamo, come appunto la zona di Marconi o il Ponte della Musica, oltre alla manutenzione delle piste ciclabili". Abbiamo creato un Ufficio speciale Tevere che ha messo insieme i tanti soggetti istituzionali competenti, tra cui la Regione Lazio, l'Autorità di Bacino e la Capitaneria di Porto.

"Dal punto vista normativo il Tevere viene considerato tratto di mare" ha spiegato Giampaoletti "quindi molti enti hanno competenze su di esso".

"Siamo qui per presentare un progetto a cui l'amministrazione lavora da mesi" ha detto Raggi.

Raggi ha firmato oggi il Manifesto d'intenti per il Contratto di Fiume redatto da Agenda Tevere Onlus, di cui fanno parte diverse associazioni. "A Marconi, ha spiegato l'assessora alla Sostenibilità ambientale di Roma, Pinuccia Montanari, la riqualificazione ha l'obiettivo di potenziare un altro modello di turismo che sia sostenibile, indirizzato sia ai romani sia a chi viene da fuori". Una delle proposte previste dal documento è la creazione di una app per monitorare lo stato di degrado del Tevere, dalla presenza di accampamenti abusivi alla presenza di rifiuti sulle sponde. Si tratta di "un'area in cui ci sono stati già interventi di riqualificazione e pulizia".


Popolare

COLLEGARE