Matteo Renzi sulle banche: "Giusta la battaglia del PD"

Ai microfoni di Massimo Giannini e Jean Paul Bellotto, Renzi affronta il tema Boschi e discute la posizione di Ignazio Visco, governatore di Banca d'Italia. Eppure la "narrazione", come amano dire i suoi spin doctor, del segretario del Pd sta insistendo clamorosamente su questi aspetti. "E' stato dimostrato che alcuni di questi grandi dirigenti non avevano fatto ciò che dovevano - ha sottolineato Renzi -". Con una battuta direi che non vorrei che Vegas andasse alla Figc. Renzi, interpellato sul caso Bankitalia ha commentato: "Il problema delle banche non era il PD".

E poi ha evidenziato come la maggior parte delle perdite e dei crediti che la banca non è più riuscita a farsi rimborsare, erano contratti dalla banca nel periodo 2008-2010, cioè prima che il padre della ministra Boschi, Pierluigi Boschi (amministratore della banca subito prima del fallimento) assumesse incarichi direttivi nell'istituto. La Boschi ha parlato in Parlamento, ora deciderà lei come difendersi in via legale con le querele. "Il Pd esce a testa alta".

In merito alla questione elezioni, l'ex Premier ha poi detto: "Voglio sconfiggere i M5S sui contenuti, li prendo sul serio". Chi dice che il Pd è terzo non conosce la legge elettorale.

Rossi ha voluto fare una premessa: "Faccio questo lavoro da 30 anni, sono della vecchia scuola, le persone si distinguono non per di chi sono figli o padri, per il loro orientamento sessuale o politico, ma per i comportamenti". "Se c'è una cosa clamorosa posso chiedere agli altri partiti se guadagnano o meno con i siti, con il rilancio della propaganda online.Poi posso chiedere attenzione alla verità?", ha aggiunto Renzi. "Umanamente mi ha molto toccato", spiega Renzi. Cui la verità interessa fino a un certo punto, se sminuisce persino il tour della discordia in cui si è trasformato il suo giro d'Italia su rotaia. Non ci sono state parecchie contestazioni, una decina su 83 tappe, alcune organizzate da M5s e destra, alcune da comitati. E anche a Trino c'era molta gente comune, sostenitori ed iscritti del Pd oltre al sindaco di Trino, Alessandro Portinaro. Un futuro che, politicamente parlando, dopo le elezioni qualcuno potrebbe non avere più...


Popolare

COLLEGARE