"Le polemiche sui rifiuti non fanno bene a Roma" (Raggi)

"La città sta facendo la sua parte".

"Sui rifiuti invito tutti alla responsabilità istituzionale; in questo momento delicato serve calma e non si devono alimentare polemiche e strumentalizzazioni che non fanno bene a nessuno, a Roma o ai romani". Raggi ha risposto a chi le chiedeva un commento sulle dichiarazioni del governatore dell'Emilia Romagna che ieri ha definito "arroganti" gli atteggiamenti della sindaca.

Le scene dei rifiuti nelle strade della Roma di Virginia Raggi, hanno aperto una ferita all'interno dello stivale. In più ha fatto due gare per l'acquisto e varie per il noleggio di mezzi e sono andate tutte deserte. "La situazione dei mezzi di Ama è particolarmente critica - ha aggiunto - il parco mezzi è composto da macchine con 8-9 anni con picchi di vetusta' fino a 18 anni, quando la media normale è di 5 anni".

Siamo arrivati al paradosso che Regione e Campidoglio chiedono di portare a valorizzare i rifiuti nel termovalorizzatore di Parma, dopo averli anche portati a Vienna, ma allo stesso tempo non autorizzano l'entrata in esercizio della linea del gassificatore di Malagrotta, già costruita e pronta ad entrare in funzione. Ama e la Regione Lazio hanno fatto richiesta all'Emilia Romagna in base al principio di prossimità. So che stanno trattando, noi siamo stati grati al governatore della Toscana per la sua apertura e saremo grati al governatore dell'Emilia Romagna se vorra' supportare la Regione Lazio. Raggi ha, infine, lanciato un appello in direzione di Bologna: "Faccio un richiamo alla responsabilità istituzionale e ad abbassare i toni". Oltre ad aver arrecato un danno ai romani, quelle scene hanno influito negativamente sull'appeal all'estero dell'intero sistema Italia. A dichiararlo e' il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, nel corso dell'incontro con la stampa per la fine dell'anno, in relazione alla richiesta, avanzata dal Lazio, di smaltire una quota dei rifiuti della Capitale.


Popolare

COLLEGARE