Lazio, Inzaghi: "Non meritavamo di perdere"

Scudetto? C'è anche la Lazio. Abbiamo gli arbitri e i guardalinee migliori d'Europa, dispiace se vengono condizionati da Var: "non dovrebbero esserci più casi dubbi ma non è così, lo stiamo vivendo sulla nostra pelle". Inzaghi voleva togliermi prima del gol per un fastidio muscolare?

Bellissima partita a Marassi, preparata benissimo dai due allenatori. Che non hanno paura di affacciarsi in avanti. Un miglioramento lampante nelle dinamiche delle decisioni arbitrali c'è stato, eccome.

2-1 per la compagine di Inzaghi, che risponde alle vittorie di Roma, Juventus e Inter, avvicinandosi anche al Napoli, sconfitto venerdì contro i bianconeri: i capitolini devono inoltre recuperare una gara, che potrebbe portarli ancor più vicini alla vetta di Serie A. Davanti a noi ci sono squadre che stanno andando fortissimo.

TANTE EMOZIONI, ZERO GOL - Primo tempo emozionante al Ferraris dove Samp e Lazio si affrontano a viso aperto dando vita a una bella partita. Dall'altra parte è Ramirez a spaventare i Laziali, con un tiro a giro che finisce di poco alto. Questa sera giocavamo su un campo ostico, che era inviolato e non abbiamo concesso nulla se non un destro in area di Zapata sul quale Strakosha si è opposto con il piede.

Le cose sembrano mettersi bene per gli ospiti quando Parolo calcia dall'interno dell'area: a negargli la soddisfazione della rete è il palo interno, con il pallone che torna docile tra le braccia di Viviano. I biancocelesti ci mettono qualche minuto a riprendersi dal gol subito e 3′ dopo la rete rischiano addirittura il raddoppio con un'azione fotocopia: sponda di Quagliarella per Barreto che scambia nuovamente con l'ex Toro prima di calciare sul fondo. C'è qualcosa di strano, infatti Mazzoleni non è andato a controllare di persona le immagini (a quel punto si spera avrebbe dato rigore) ma si è fidato delle parole del suo collega cosa che nessun arbitro fa.


Popolare

COLLEGARE