"L'arte del pizzaiolo napoletano è patrimonio culturale dell'umanità" — UNESCO

"L'arte dei Pizzaiuoli napoletani è Patrimonio Immateriale dell'Umanità!" così twitta il ministro Franceschini.

Guarda anche: Angelina e Brad di nuovo insieme?

La pizza certificata è solo quella fatta dai pizzaioli napoletani e le altre dono solo imitazioni. Oggi il giro di affari legato alla pizza (pizzerie, consegne a domicilio, surgelati, catene di fast food) è molto rilevante nel mondo, al punto che alcuni abili imprenditori (come ad esempio l'americano Tom Monaghan fondatore della Domino's Pizza) hanno costruito intorno alla pizza grandi fortune.

La candidatura è frutto del lavoro messo in atto dal 2009 dal ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali, con il supporto delle Associazioni dei pizzaiuoli e della Regione Campania.

Accanto al patrimonio culturale immateriale, l'Unesco ha riconosciuto nel corso degli anni anche un elenco di siti, e proprio l'Italia è lo stato che ne vanta il maggior numero a livello mondiale.

"La pizza è lintreccio di tradizione, passione e tipicità culinarie – conclude Adinolfi - Il riconoscimento dellArte del Pizzaiolo è un attestato per chi, riscoprendo ogni angolo buono ed unico della propria città lo porta allattenzione del mondo".

Ma, a sorpresa, ci sono posti dove la pizza è ancora più diffusa come il Canada, dove il consumo medio raggiunge 7,5 chili all'anno, e gli Stati Uniti, che si classificano al primo posto tra i fan della pizza con 13 chili a testa. Coldiretti sottolinea infatti la minaccia per i consumatori costituita dalle pizze "realizzate con farina proveniente da grano dell'Ucraina, mozzarelle da cagliate lituane, extravergine tunisino e concentrato di pomodoro cinese".

A essere premiata non è stata, dunque, soltanto la pizza, intesa come prodotto, ma l'arte dei pizzaioli che la rendono una delle specialità italiane nel mondo.

Mettere per iscritto luogo di nascita, modalità di esecuzione, è un modo, per Paolo Scudieri, presidente di Eccellenze Campane, di "fermare l'Italian sounding che viene a devastare la nostra storia".


Popolare

COLLEGARE