Lamborghini Urus, il guanto di sfida a Maranello è stato lanciato

Capace di una velocità massima di 305 km/ - valore che ne fa il suv più veloce al mondo - Urus crea di fatto un nuovo segmento nelle auto di lusso e stabilisce un punto di riferimento in termini di potenza, prestazioni, dinamica di guida, design, lusso e fruibilità quotidiana. Nel caso della Lamborghini Urus la presenza di Paolo Gentiloni era dovuta principalmente alla "vittoria" del Made In Italy, inteso non tanto come sforzo progettuale ma come capacità di manifattura e filiera produttiva. Questo grazie al suo assetto rialzato, da vero mostro della strada, ma non solo: sotto il cofano a ruggire c'è un motore V8 biturbo da 4.0 litri da ben 650 cavalli e 850 Nm di coppia. Si tratta di un'unità motrice, già impiegata in passato sull'Audi RS6, che dovrebbe garantire un impiego ideale soprattutto in previsione di un utilizzo molto versatile del Suv Lamborghini sia pure rispetto alle attuali motorizzazioni V10 e V12 di Huracan e Aventador.

Quanto, invece, alla scelta del telaio sembra proprio che si tratterà di un pianale già impiegato per fare da "base" sia della nuova Audi Q7 che della Bentley Bentaya.

Il nuovo suv di Lamborghini ripropone, adattato alle dimensioni e al look della nuova vettura, il 'family feeling' già presenti sugli altri due modelli Lambo. Una super sportiva di lusso, come ha illustrato l'amministratore delegato Sfefano Domenicali.

La Urus è omologata per cinque persone, ma può ospitarne comodamente quattro in un ambiente spazioso, anche se l'altezza della vettura è di appena 163 cm.

La Lamborghini ha confermato che mostrerà in anteprima la Urus lunedì 4 dicembre nel suo quartier generale di Sant'Agata Bolognese, a margine di un evento fra i più attesi dell'anno, visto che la Urus sarà il primo SUV mai costruito dall'azienda. Al centro dell'abitacolo è previsto l'ampio schermo del sistema multimediale, con due vani con funzione di porta bicchiere.

Il nome, ispirato a una razza di tori, gli Urus (uri), conosciuti anche come Aurochs, simili ai tori da corrida spagnoli, sarà una delle regine del prossimo Salone di Ginevra e arriverà sul mercato nella primavera del 2018, al prezzo di 168.852 euro più IVA, con un equipaggiamento al top, che propone anche i freni carboceramici di serie (il passaggio da 100 km/h a 0 avviene in 33,7 metri) e la possibilità di scegliere, attraverso il selettore della dinamica di marcia denominato Tamburo, fino a 6 opzioni di guida: Strada, Terra, Neve, Sport, Corsa e Sabbia.


Popolare

COLLEGARE