Inter, Spalletti: "Sbagliato approccio nella ripresa. Nessun problema fisico"

Nonostante il ko, l'ex allenatore della Roma appare sereno. La squadra aveva distanze giuste, creava le insidie giuste, non siamo stati bravi a finalizzare anche perché loro avevano grande fisicità, però i contenuti c'erano tutti. Oggi non ci è girata tanto bene. Spalletti non appare particolarmente preoccupato per i possibili sorpassi in vetta di Napoli e Juventus: "Il gruppo di testa ha fatto un girone d'andata tutto in volata, è stato uno sprint continuo, è chiaro - dice ancora - che ora chi si siede un attimo rischia di essere superato".

Il cambio di guida tecnica sta giovando all'Udinese. Dopo aver faticato più delle aspettative in Coppa Italia contro il Pordenone, i nerazzurri perdono infatti contro l'Udinese: 3-1 in favore dei bianconeri.

Friuli indigesto per San Siro e soprattutto per l'Inter. Secondo me è quella che verrà. Quando fai questo tipo di vittorie contro una squadra che non ha mai perso in campionato mi piace attribuire i meriti ai miei ragazzi. Nel primo tempo abbiamo corso male, nella ripresa cambiando qualcosa è andata molto meglio.

Nel secondo tempo, però, le cose si sono complicate sin da subito, l'atteggiamento della squadra nerazzura era diverso, Lasagna andava vicino al gol del vantaggio, preludio a quanto accadrà da lì a poco con l'intervento di mano da parte di Santon in area di rigore, Mariani si consulta con il Var e poi, attraverso il monitor, decide di concedere la massima punizione agli uomini di Oddo, De Paul non sbaglia dagli 11 metri e l'Udinese passa così in vantaggio. Per poi ripensarci ed affermare: "Noi che lavoriamo qui siamo nella completa romanità sin dal lunedì, sia che loro vengano o no allo stadio".


Popolare

COLLEGARE