Giro d'Italia 2018 tappe: da Israele a Roma, la presentazione, i favoriti

Gran finale a Roma il 27 maggio. La prima vera scalata del Giro d'Italia 2018, sarà rappresentata dalla lunga e ripida ascesa che porta all'Osservatorio Astrofisico sull'Etna.

L'edizione n.101 del Giro d'Italia è ancora lontana, ma dopo la presentazione recente se ne parla tanto. Sul sito ufficiale del Giro d'Italia l'indicazione della località di partenza e arrivo della prima tappa dell'edizione 2018 è diventata "Jerusalem". In forte dubbio la presenza della Maglia Rosa in carica Tom Dumolain, che dovrebbe puntare tutto sul Tour de France che avrà certamente un percorso altimetrico più nelle corde dell'olandese. Dopo la tre giorni israeliana e la risalita dello stivale dalla Sicilia alla Campania, il Giro 2018 toccherà l'Abruzzo. L'undicesima tappa, il 16 maggio, vedrà i ciclisti sfidarsi sui 156 chilometri di asfalto che collegano Assisi a Osimo. Per i 100 anni dalla fine della Prima Guerra Mondiale l'arrivo a Nervesa della Battaglia, con successiva partenza da San Vito al Tagliamento per il traguardo più temuto, sul terribile Zoncolan. La zona della Franciacorta, il giorno seguente, sarà invece la sede della Wine Stage. 21 tappe per un totale di 3546 km.

Le pressioni del governo israeliano hanno ottenuto il risultato auspicato, infatti sul sito del Giro è stato subito cambiato, così il caso è stato chiuso. "Giro e Tour hanno due percorsi che si possono associare durante la stagione però diventa molto difficile, e io ho trovato anche un po' di difficoltà nell'accoppiata di due grandi corse a tappe con poca distanza, anche se quest'anno c'è una settimana in più di respiro", ha affermato Nibali.


Popolare

COLLEGARE