Gioco d'azzardo Lombardia la regione che spende di più

Trasloca un negozio di strumenti musicali e al suo posto apre una sala scommesse. Si entra in un bar, e nell'angolo più buio è un trionfo di lucine, suoni sintetici e rumore di monetine inghiottite dai videopoker. Un dato che deve far riflettere.

I dati pubblicati dal Gruppo L'Espresso fotografano la situazione relativa al 2016 delle macchinette mangiasoldi in Italia. Si registra che su ognuna delle 457 slot presenti sul territorio sono stati spesi, mediamente, 108mila euro circa per un totale di quasi 50 milioni. Di questi 9,52 milioni di euro, 4,4 milioni di euro sono stati giocati su Awp, 5,1 milioni di euro su Vlt, acronimi rispettivamente di Amusement with Prizes e Video Lottery Terminal, più note come slot o new slot e video lottery: questi apparecchi si differenziano anche per tipo di gioco, puntata e vincita massima e regole di collocazione.

9,52 milioni di euro.

Cifre allarmanti "soprattutto se si considera che stiamo parlando di una città dove il tasso di povertà è raddoppiato in 10 anni - analizzano Fochi e Lazzari -". In Sicilia, giocano di più Ragusa (874 euro di media pro capite), Siracusa (655), Caltanissetta (649), Trapani (631) e seppur di poco Agrigento (496). Nel 2016, invece, i giovinazzesi hanno bruciato 466,70 euro a testa.

Con i suoi 154.083 abitanti e il suo reddito medio pro capite di 23.326 euro, il capoluogo isolano ha fatto registrare lo scorso anno un aumento di 19,5 euro a testa rispetto al 2015: se due anni fa le giocate a testa ammontavano a 737,4 euro, nel 2016 si è arrivati a toccare quota 756,9 euro.

Dati che, sebbene non incoraggianti, rimangono comunque sotto la media nazionale (in termini assoluti si gioca più al nord che al sud) per quanto riguarda la spesa pro capite nel segmento dei comuni tra i 50.000 ed i 200.000 abitanti, classifica in cui però la città delle terme si piazza all'ottavo posto tra le prime 20 città per proporzione tra abitanti e numero di slot. Segue Rovigo, nel Veneto, con una spesa di oltre 1400 euro.


Popolare

COLLEGARE