Geminidi, maratona nel cielo di stelle cadenti e poi l'asteroide Fetonte

Gli astronomi annunciano il fenomeno sarà il più intenso del 2017, superiore anche alle Perseidi di agosto.

Dopo la mezzanotte infatti il nostro cielo verrà attraversato dalla più fitta pioggia di meteore dell'anno: le stelle cadenti delle Geminidi. E questo dicembre ci regala anche le stelle cadenti d'inverno che sia di buon auspicio prima del Natale? Secondo quanto segnalato dall'Unione Astrofili Italiani, quest'anno l'evento astronomico invernale sarà più visibile rispetto al passato, complice l'assenza della Luna.

Le stelle cadenti, queste come quelle della notte di San Lorenzo e altre, proprio stelle non sono, ma piccoli grani di polvere di cometa, tipicamente della coda, che lasciano il corpo celeste e orbitano in formazione, tipo un banco di nebbia, attorno al Sole.

Come spiega il sito meteoweb, "Le Geminidi sono generate dall'asteroide 3200 Phaethon ed il nome deriva dal radiante, la direzione da cui sembrano provenire le stelle cadenti, situato qualche grado nord/ovest della stella alpha della costellazione dei Gemelli".

Di seguito tutti i dettagli di questo affascinante sciame meteorico. Questo perciò stabilisce che l'asteroide Phaethon è il progenitore del celebre sciame.

Per osservare più stelle possibili è necessario spostarsi lontano dalle luci della città, dove il cielo è più buio.

In caso di cielo poco utile all'osservazione, causa nuvole, lo spettacolo sarà fruibile attraverso il sito del Virtual Telescope Project.

Lo sciame delle Geminidi è noto dal 1833, primo anno del suo avvistamento in Usa. Proprio in questi giorni potremo vedere transitare anche Phaethon alla minima distanza dalla Terra.

Il picco è previsto nella appunto notte tra 13 e 14 dicembre, ossia tra poche ore. Sebbene di grandi dimensioni e considerato "potenzialmente pericoloso", l'asteroide non costituisce una minaccia per la Terra, limitandosi a passare a circa 10,3 milioni di chilometri dalle nostre teste.


Popolare

COLLEGARE