Gas: incidente in Austria ad impianto di distribuzione. Calenda: 'Stato di emergenza'

Salgono i prezzi del gas in Europa dopo l'esplosione all'impianto di stoccaggio in Austria, che ha provocato la morte di una persona e il ferimento di altre 21. Alcune indiscrezioni, riportare da quotidiano austriaco der Standard, invece, parlerebbero di una sessantina di feriti. In cinque sarebbero in gravi condizioni.

Sul posto Vigili del Fuoco, ambulanze, elicotteri di soccorso e forze dell'ordine. L'intera zona è stata isolata e nelle foto apparse sul web si vede un'alta colonna di fumo. Siamo ancora in tempo - recita la nota a firma dei salentini Antonio Trevisi e Cristian Casili e di Rosa Barone, Gianluca Bozzetti, Mario Conca, Grazia Di Bari, Marco Galante, Antonella Laricchia - per poter ripartire con una strategia energetica innovativa che punti sulle fonti rinnovabili e sulla generazione distribuita. Stando alle prime ipotesi, a causare questa esplosione potrebbe esssere stato un guasto tecnico.

Le forniture dalla Russia all'Italia sono state temporaneamente interrotte. L'incidente ha portato il Ministero dello Sviluppo Economico a dichiarare lo stato di emergenza.

Interrotto flusso gas da Russia in Italia.

Il motivo: l'esplosione, in Austria al confine con la Slovacchia, di un impianto di distribuzione di gas proveniente dalla Russia, che ha causato un morto e una ventina di feriti. Il gasdotto TAG è l'unico non gestito dalla Gas Connect Austria ma dalla TAG GmbH, che fa capo a Snam, società con sede centrale a Milano. Baumgarten è il terminale del gasdotto di Urengoy-Uzhgorod (140 miliardi di metri cubi l'anno potenziali) che collega la Russia all'Europa passando attraverso l'Ucraina. Il ministero segnala tuttavia che 'le forniture sono assicurate'.

Lo prevede il Regolamento europeo e il Piano di emergenza nazionale. Il ministero monitora l'evolversi della situazione, in continuo contatto con gli operatori interessati.

Compromesso transito verso sud Europa.

. Lo ha detto, in merito all'incidente in Austria, l'ad di Eni, Claudio Descalzi, spiegando però che "il gas sta salendo di prezzo".


Popolare

COLLEGARE