Europa League: gli arbitri di Atalanta, Lazio e Milan

Il tanto fumo di questo avvio pessimo di stagione rende poco chiari gli obiettivi di una squadra allo sbando che al momento non sa dove voler arrivare. Quali sono? Pur mancando ancora una partita all'appello (le gare di questa sera alle ore 20.45), allo stato dei fatti con un successo a Rotterdam il Napoli condannato all'Europa League scanserebbe le prime insidie quali Cska Mosca, Sporting Lisbona, Atletico Madrid, Lipsia oppure Porto (le decadute dalla Champions); oltre a Villarreal, Arsenal, Dinamo Kiev e lo Zenit di Mancini reputate i pericoli maggiori. Domani toccherà all'Europa League e alla Lazio.

I giochi sono già chiusi lì con il passaggio aritmetico del turno ottenuto nell'ultimo turno. Infatti dalla Champions retrocederanno otto compagini, e quattro di queste verranno considerate teste di serie ai sorteggi per i sedicesimi di finale di Europa League, assieme agli altri club che si sono piazzati al primo posto finale all'interno dei rispettivi raggruppamenti al termine della fase a gironi. Il Napoli punta, in tale eventualità, ad essere presente tra le quattro 'retrocesse' più quotate. La testa dovrà andare anche in direzione di quello che potrebbe essere un grande trionfo stagionale e che cancellerebbe in parte i fallimenti di una Serie A da dimenticare. Tranne che in Europa.


Popolare

COLLEGARE