Donnarumma, parla De Laurentiis: "A Gigio pesa difendere la porta del Milan"

Con Gianluigi Donnarumma prossimo alla cessione - probabilmente a giugno - il Milan guarda al futuro e mette nel mirino Pepe Reina.

Ma poi da un consiglio al Milan, lui che una vicenda simile la ha vissuta con Lavezzi: "Quando venne da me dicendo che voleva andare via io gli dissi che doveva stare calmo e tranquillo". Ti comporti da giocatore del Napoli, stai un altro anno con noi e se poi io riuscirò a piazzarti da qualche parte, che a te vada bene, al prezzo corretto e giusto per il quale io ti devo piazzare, andrai via.

"I contratti - continua il patron partenopeo - bisogna farli come quelli del cinema, di ben 120 pagine: gli altri preferiscono il lapis su due pagine prestampate". In realta' questo e' un campionato molto duro, complicato, dove in alto ci stanno cinque squadre che se la contendono. Non possiamo neanche riparare ciò che serve a renderlo funzionare.

De Laurentiis ha poi ha proseguito: "Ma pensa poi l'assurdità, adesso ci saranno le universiadi con più di 200 milioni e vogliono investire 4 milioni per rifare la pista di atletica. E questo mi fece mettere da parte tutti gli altri". Il mio progetto di portare tutto lo stadio a bordo campo non è stato minimamente ascoltato.

"Più che lo stress psicologico, forse a Donnarumma pesa di più dover parare davanti a una porta così, dove gli altri dieci lui magari non li considera così in maniera eccezionale, come chimica". Il Milan non ha avuto tempo di plasmarsi, hanno dovuto cambiare addirittura allenatore.


Popolare

COLLEGARE