Di Francesco: "Non andremo allo Stadium per fare una gita"

Ora pensiamo alla partita di Torino che su quel campo la Roma non fa risultato da 6-7 anni.

Dopo la sconfitta in Tim Cup e l'obiettivo fallito, la sfida di domani acquista un altro valore?

"Siamo scesi in campo mercoledì per poter portare a casa la qualificazione, le scelte sono responsabilità mia, vorrei vedere con voi la partita per capire dove siamo stati ingenui". Non facciamo dalle stelle alle stalle in attimo. Ma venire qui, a volte soffrire, avere delle occasioni e non concretizzarle ti lascia l'amaro in bocca. "Voglio essere positivo, abbiamo le potenzialità per poterlo fare".

Se ci sarà un rigore, chi lo tirerà?

"I rigoristi? Li decidiamo sempre prima, se qualcuno si sente di tirarlo durante la partita non deve essere mai contestato. Anche quando giocavo era sempre una partita ostica, il 2-2 dell'anno dello scudetto me lo ricordo come una vittoria, spero di riprovare la stessa emozione".

Cosa risponde alla prima pagina di Tuttosport? "Le chiacchiere, poi, le porta via il vento". Ci sta: la stagione è fatta di momenti, per i difensori e per tutti i giocatori. Il rigorista lo scelgo io, vedremo chi lo batterà. "Non conta la quantità di corsa nel calcio ma la qualità". "Lavoriamo e miglioriamo e domani cercheremo di far bene". Il risultato determina tanti discorsi, come ha determinato la partita di Coppa Italia, sposta i giudizi ma un grande risultato a Torino darebbe grande forza all'interno della squadra. Gli ultimi due pareggi esterni e l'eliminazione in Coppa Italia non preoccupano l'allenatore che difende la squadra e rimane fiducioso per il futuro: "Sono mancati dei risultati ed è colpa nostra". Schick sta crescendo sotto tutti i punti di vista ma ha bisogno di giocare. Abbiamo fatto meglio con il Toro che con il Cagliari in campionato.

"Credo abbia detto che è una delle antagoniste". Lo ringrazio per il complimento, lui sa bene come si vince e sa valutare le avversarie. Ha parlato di numeri, quelli legati alla difesa sono importanti e mi auguro di confermarli anche domani. Ricambio i complimenti, è un allenatore di livello sotto tutti i punti di vista. "Alla Juventus toglierei Higuain è micidiale in attacco, poi c'è Mandzukic: un calciatore che rompe gli equilibri della squadra avversaria".


Popolare

COLLEGARE