Denunciato da altre 3 donneIl legale: "Accuse false"

La rivista Variety ha pubblicato il racconto di altre tre donne che accusano l'attore Dustin Hoffman di molestie sessuali, una delle quali, all'epoca dei fatti, oltre 30 anni fa, aveva 16 anni.

L'avvocato del due volte premio Oscar ha definito le accuse "false" e "diffamatorie". La Thomas, che andava al liceo con Karina (la figlia di Hoffman), ha rivelato al magazine hollywoodiano di aver passato con padre e figlia una giornata a Manhattan nel 1980.

Con queste tre nuove testimonianze, sale a sei il numero delle persone che hanno accusato la star di Rain Man di molestie sessuali: nelle scorse settimane, infatti, avevano puntato il dito contro Hoffman anche la scrittrice Anna Graham Hunter, l'attrice Kathryn Rossetter e la produttrice tv Wendy Riss Gatsiounis. Lui avrebbe aspettato con l'amica finché i genitori non fossero venuti a prenderla.

"Ero seduta ad aspettare i miei genitori" quando lui si è presentato solo con un asciugamano alla vita.

Si allunga la lista delle presunte vittime di Dustin Hoffman. Cori Thomas ha poi raccontato di non aver mai detto nulla a Karina pur essendo rimaste ottime amiche al punto da averle chiesto di fare da damigella d'onore al suo matrimonio.

Sempre su Variety Melissa Kester ha raccontato di "essersi sentita stuprata" da Hoffman durante una registrazione delle canzoni del film "Ishtar", del 1987. "Sono quasi collassata. Ero mortificata", ha proseguito. Gli stupri, secondo quanto riportato dal Nyt, sarebbero avvenuti tra il 1988 e il 2014.


Popolare

COLLEGARE