Chirurgo sigla con le iniziali i fegati trapiantati e finisce alla sbarra

Avrà pensato di aver fatto un'opera d'arte anche Simon Bramhall, il chirurgo che ha inciso le sue iniziali sui fegati che trapiantava ai pazienti. Si è meritatamente guadagnato il titolo di migliore chirurgo all'interno dell'ospedale Queen Elizabeth situato a Birmingham, in Gran Bretagna. Le indagini appurarono due episodi, risalenti rispettivamente al febbraio ed all'agosto del 2013 ma non si esclude che il medico possa aver lasciato la sua "firma" in molti altri interventi.

Servendosi di uno strumento utilizzato in chirurgia per fermare il sanguinamento del fegato e circoscrivere le parti del corpo da trattare, ha impresso le sue iniziali sugli organi dei pazienti, dei segni che non compromettono la funzionalità dell'organo e solitamente scompaiono da soli.

A maggio 2014 Bramhall ha presentato le proprie dimissioni, ammettendo "l'errore" davanti a una commissione disciplinare. Per la procuratrice speciale, Elizabeth Reid, "si e' trattato di un'applicazione intenzionale di forza illegale su un paziente sotto anestesia". A scendere in campo in difesa delle "vittime" anche un'associazione in difesa dei due pazienti che ha tuonato: "Stiamo parlando di persone e non di libri da siglare", condannando aspramente l'azione del chirurgo alla sbarra. A me non sarebbe importato. Il chirurgo ha respinto le accuse di aggressione e danno fisico, anche se l'accusa, che ha ammesso che si tratta "di un caso molto insolito, complesso e senza precedenti nelle aule di tribunale", ha dichiarato che "ciò che è stato fatto non solo è eticamente sbagliato, ma si tratta di un crimine che ha richiesto molta abilità perché fatto di fronte a colleghi". "Mi ha salvato la vita, avevo 39 anni, oggi ne ho 50, mi sembra eccessivo impedirgli di lavorare, ha sempre fatto un ottimo lavoro". Bramhall inoltre è stato accusato di screditare la professione. Sotto processo per i danni fisici cagionati nel 2013 - la sentenza è attesa per il 12 gennaio - potrebbe aver "marchiato" ben più di 2 pazienti, ma trovare le prove di questa sua fissazione sarà quasi impossibile.


Popolare

COLLEGARE