C'è l'ok definitivo allo stadio della Roma. Ecco il progetto definitivo

Il taglio maggiore, il progetto originale lo ha visto sulle cubature di cemento, ridotte del 50% con rinuncia alle tre torri. La delibera di pubblico interesse sul nuovo progetto era arrivata nel giugno scorso, requisito fondamentale per l'apertura della nuova confereza dei servizi nel settembre successivo.

Clamorosa gaffe quella del sindaco Virginia Raggi: mentre è ancora in corso la Conferenza dei Servizi in Regione per l'approvazione definitiva dello Stadio della Roma, è comparso un tweet sul profilo ufficiale della Raggi che annunciava il via libera per il progetto.

Esulta il presidente giallorosso, che parla di "giornata cruciale per Roma e per la Roma".

I rappresentanti dei quattro enti coinvolti Stato, Regione, Città Metropolitana, Roma Capitale, come riportato dal Corriere della Sera, hanno dato tutti parere positivo alla realizzazione dell'opera. Siamo tutti entusiasti di poter iniziare i lavori per costruire uno stadio che renderà i tifosi della Roma di oggi e di domani fieri di indossare i nostri colori e di intonare i nostri cori. A questo punto, servirà solo far passare il dossier per il Consiglio comunale, dove verranno apportate le necessarie modifiche al piano regolatore: dopodiché, sarà possibile siglare l'agognata convenzione urbanistica e dare finalmente l'effettivo inizio ai lavori del nuovo impianto sportivo della Associazione Sportiva Roma.

"Entreremo nella storia quando i lavori saranno terminati", ha aggiunto il dg giallorosso Baldissoni ai microfoni di SkySport, "è un altro passo verso la storia, pochi minuti abbiamo ricevuto la splendida notizia che la Conferenza dei Servizi ha approvato il progetto dello stadio".


Popolare

COLLEGARE