Bollino rosa agli ospedali di Parma, Fidenza e Borgotaro

La cerimonia di consegna della targa si è svolta questa mattina a Roma presso l'Auditorium Biagio d'Alba del Ministero della Salute dove a riceverla c'era personale dell'Azienda Usl. Sono ben 35, cifra record mai raggiunta negli anni, gli ospedali insigniti del "bollino rosa" che l'Osservatorio Nazionale Salute Donna - ONDA ha individuato come strutture sanitarie particolarmente attente alla salute della donna nel bando effettuato per il biennio 2018-2019. Nell'anno del decennale sono 306 le strutture ospedaliere premiate: 71 hanno ottenuto tre bollini, il massimo riconoscimento, 183 due bollini e 52 un bollino. Gli ospedali dell'Ats si sono distinti per l'offerta di percorsi di diagnosi e cura delle patologie ostetriche e ginecologiche, per i servizi offerti a gestanti e neomamme, per i protocolli di assistenza e accoglienza dedicati alle donne, come il 'codice rosa' attivato da alcuni pronto soccorso a favore delle vittime di violenza.

La valutazione delle strutture ospedaliere e l'assegnazione dei "Bollini rosa" è avvenuta tramite un questionario composto da oltre 300 domande. La commissione, composta da esperti di diverse discipline, è stata presieduta da Walter Ricciardi, presidente dell'Istituto Superiore di Sanità.

Per maggiori approfondimenti si può visitare il sito www.bollinirosa.it, riservato all'iniziativa e alle attività correlate, in cui sono consultabili le schede di tutti gli ospedali premiati, suddivisi per regione, con i relativi servizi e con la possibilità per i cittadini di esprimere il proprio parere sulla base dell'esperienza personale. Per l'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma referenti del progetto "Bollini Rosa" sono Giovanna Campaniello, responsabile del Governo Clinico, Gestione del Rischio e Coordinamento Qualità e Accreditamento e Gabriella Raise, dirigente medico del Governo clinico, mentre per l'Ausl sono i direttori medici dei due Ospedali, Maria Cristina Aliani, per Vaio, e Leonardo Marchesi, per Borgotaro, con il coordinamento di Giuseppina Frattini, direttore del Presidio Ospedaliero aziendale. In questa edizione, inoltre, sono state introdotte anche la Geriatria e la Pediatria; è stata valutata la presenza di percorsi "ospedale-territorio" ed è stato dato rilievo alla presenza della pet-therapy.


Popolare

COLLEGARE